Retromobile 2016 rappresenta per DS un’occasione imperdibile di incontro con il grande pubblico. Per la sua seconda partecipazione all’appuntamento internazionale per gli appassionati di auto d’epoca, in programma dal 3 al 7 febbraio a Parigi, il brand DS mette in mostra una selezione di modelli storici DS, SM.

Il coinvolgimento dei collezionisti ha permesso di riunire cinque modelli prestigiosi a partire dalla DS Coupé Bossaert GT 19 del 1963, un modello d’eccezione di colore Bordeaux e l’unico ancora esistente della dozzina prodotta all’inizio degli anni 60 da Hector Bossaert. Realizzata sulla base di una berlina DS, Bossaert affida le sue linee allo stilista italiano Pietro Frua per la creazione della Coupé GT 19. Il risultato è sorprendente: 47 cm più corta, 7 cm più bassa, più spigolosa, con parafanghi posteriori a forma di pinna che si aprono ad arco sulle ruote. Gli interni sono degni di una sportiva degli anni 60, con contagiri e manometro della temperatura dell’acqua.

Presente anche una DS 20 PALLAS del 1974: di colore gris Nacré e tetto nero lucido, ha interni in tessuto jersey color caramello. La versione PALLAS, presentata per la prima volta nell’ottobre del 1964 al salone di Parigi, ha segnato la storia di DS proponendo un livello di finitura mai visto prima sulle auto di serie. Si distingue dalle altre DS per l’equipaggiamento curato e particolarmente pregiato, con fasce cromate, modanature specifiche e sedili più imbottiti.

La DSpécial del 1972 colore bianco Meije e interni Targa noir, è comparsa invece nel settembre del 1969, data in cui DSpécial ha sostituito la ID19 Luxe. Il modello presente a Retromobile è dotato di servosterzo e lunotto termico, due optional disponibili su ordinazione. Un’auto capace di raggiungere i 160 km/h di velocità massima.

Tra le Gran Turismo per antonomasia e degna erede della DS, la SM sarà sotto i riflettori nello scrigno DS con una SM del 1975 a iniezione, la penultima prodotta nei laboratori Ligier ad Abrest (Allier). L’auto, presentata nel suo stato originale, è di colore bianco con interni in tessuto blu-verde, con vetri azzurrati e climatizzazione. Come le ultime SM prodotte, ha le cinture con avvolgitore e un pulsante per il segnale d’emergenza sul cruscotto.

Presente anche una SM OR, modello inedito appositamente preparato per Retromobile 2016. Dopo una sessione di carteggiatura, due strati di vernice e tre di trasparente, la vettura sfoggia linee all’avanguardia e tecnologie avanzate. Il modello esposto, del 1971, è dotato di un motore Maserati V6 con carburatori, vetri azzurrati, aria condizionata e interni in pelle Havane.