Torna con Twingo e Smart lo schema tutto dietro, con motore e trazioni posteriori. E di motore la Renault Twingo in prova ne aveva proprio tanto, forse perfino troppo. Dal tre cilimdi di un litro a benzina, infatti, sprizzavano fuori con molta prontezza 90 cavalli, gestiti attraverso un buon cambio manuale a cinque rapporti.
Purtroppo l’automatico è ancora in divenire e, per una cittadina piccola come Renault, gioca un ruolo importante.

Guida efficiente, consumi eccessivi

Importante almeno quanto il diametro di sterzata, che in effetti si può definire eccezionale. La Twingo, di fatto, gira su se stessa. Con una sterzata di guida efficiente, bisogna tenere sotto controllo solo il tachimetro, che facilmente tende a salire molto in fretta proprio grazie a potenza e coppia sopradimensionate.
Si può preferire invece la versione da 70 cavalli, senza dubbio più indicata per quanti non pretendano prestazioni da sportiva da una vettura da città. Tra l’altro, se non si presa attenzione a pigiare sull’acceleratore si paga un tributo in consumo. I 90 cavalli mangiano benzina, fino a consumare 13/14 chilometri al litro, mentre non è difficile percorrerne 17/18 se non si schiaccia mai a fondo.

Parcheggiare dove si vuole

Piccola e brillante, ma con sufficiente abitabilità per i quattro posti omologati. I passeggeri posteriori sono seduti comodi, con spazio per le gambe perfino abbondante. Eviterei di farci salire giocatori di pallacanestro, ma persone dalla statura normale non incontrano difficoltà. Unico prezzo da pagare a questa comodità, l’0impostazione di progetto, che ha considerato la versione due posti con marchio Smart, cui ha regalato due poltrone anteriori comodissime quanto alte e ingombranti. Tanto da limitare la visuale a chi è seduto rientro. In compenso, la Twingo parcheggia in spazi improponibili e si destreggia nel traffico più intenso. Il cofano anteriore si apre ma non è come sulle tutto dietro di un tempo: qui si possono controllare solo i livelli di liquidi freni, lavavetri e poco più.
Il vano bagagli, invece, ha una capienza sufficiente per le classiche spese del supermercato. Ma attenzione che la spesa non si cuocia, per via del calore del motore. Ampia e ben articolata la gamma dei prezzi: si va da sotto i 10.000 euro per la 70 cavalli nella versione più semplice e meno accessorista, fino ai 14.750 euro per la 90 cavalli più ricca.