La notizia è di quelle importanti, la Renault starebbe pensando di ridurre in maniera significativa i propulsori a gasolio, almeno in base a quanto è stato riportato dalla Reuters, citando fonti a stretto contatto con la Casa transalpina.

In particolare, c’è una data, nello specifico il 2020, nella quale i motori diesel sarebbero destinati a sparire dalle auto di segmento B della Losanga. Ma non è tutto, nello stesso anno, queste unità verrebbero ridotte in maniera significativa anche nel segmento C.

A quanto pare, Thierry Bolloré, il direttore delegato alla competitività della Casa francese, pare che abbia espresso, durante un recente meeting, delle perplessità legate ai motori diesel per via dei costi sempre più alti che le case sono costrette a sostenere per renderli più puliti.

A queste considerazioni bisogna aggiungere che i consumi dei motori a benzina, grazie all’iniezione diretta sono diminuiti, anche per via della diffusione delle unità a 3 cilindri, quindi, per assicurarsi un guadagno superiore, non è escluso che la Renault riproponga nel segmento della Clio quanto è stato fatto in quello della Twingo, facendo sparire le motorizzazioni diesel, e lasciandole, nello stesso tempo, solo per le versioni alto di gamma della famiglia Megane.