Renault gioca in casa al Salone di Parigi (CLICCA QUI PER IL NOSTRO SPECIALE) e lo si nota con l’elevato numero di novità esposte in anteprima mondiale. Tra queste la concept car Eolab (QUI IL NUOVO PROTOTIPO), forte di un consumo dichiarato di 1 litri per 100 km, o la nuova generazione della Renault Espace (QUI FOTO E DETTAGLI), che cambia completamente rotta per abbracciare il mondo dei crossover, dicendo addio alla categoria delle monovolume. Sulla nuova Espace debutta anche il nuovo sistema multimediale R-Link 2. Salendo a bordo della francese, si nota immediatamente quella consolle centrale in rilievo, su cui è come incastonato lo schermo touch screen da 8,7 pollici dell’R-Link disposto verticalmente, quasi come un tablet.

La nuova versione dell’infotainment by Renault punta prima di tutto sulla semplicità di utilizzo, ma anche sull’intuitività delle sue funzioni. Si tratta di un sistema studiato appositamente per l’applicazione automobilistica, non di una riadattazione, anche se trae molti spunti dal mondo degli smartphone e tablet in generale. Chiunque lo può notare, verificando che si può zoomare una videata con le due dita, oppure scorrere una pagina con lo sfioramento del dito. E la scelta della disposizione verticale non è un caso, così come non è nemmeno dettata da motivi estetici. Dietro a tutto troviamo l’ergonomia di utilizzo: i comandi e le funzioni da attivare sono in basso, comodi da raggiungere con la mano; le informazioni visualizzate, invece, sono in alto, proprio a portata di sguardo.

L’R-Link 2 che ha debuttato sulla nuova generazione della Renault Espace va oltre ai classici dispositivi di infotainment. Tramite il sistema multimediale si potranno tenere sotto controllo tutte le tecnologie di cui è dotato il mezzo. Di cosa stiamo parlando? I programmi di assistenza alla guida, il controllo elettronico delle sospensioni e persino il sistema 4Control (quattro ruote sterzanti) sono tutti settabili tramite il touchscreen in plancia. Ma non finisce qui, perché, come se fossimo nel salotto di casa, possiamo regolare l’illuminazione interna, l’impianto stereo e persino regolare i sedili anteriori, inclusa la gestione delle funzioni di massaggio.

Comodità e comfort a parte, non dimentichiamoci che siamo sempre a bordo di un’auto. Questo significa che R-Link 2 resta un sistema multimediale studiato per l’automobilista e, ovviamente, non manca della classica funzione di navigatore satellitare. Renault propone una navigazione 3D con mappe TomTom ed informazioni sul traffico in tempo reale. A tutto questo si aggiunge, infine, il cosiddetto R-Link store, dove potrete acquistare nuove applicazioni per il vostro infotainment: allarmi Coyote, 3 applicazioni Michelin (Hotel, Ristoranti e Travel), social network, lettura e-mail, ecc.

LEGGI ANCHE

Nuova Renault Twingo 2014: la rivoluzionaria city car arriva nei concessionari

Nuova Renault Twingo 2014 prezzi: la versione Wave a meno di 10000 euro

Nuova Renault Twingo 2014: i punti di forza della piccola francese

Renault Nissan Daimler: 12 progetti in 3 continenti