L’Alleanza Renault Nissan Daimler, giunta al sesto anno, continua a svilupparsi nel 2015. A dichiararlo sono stati i rispettivi presidenti in occasione dell’annuale incontro con la stampa al Salone di Francoforte. Secondo Carlos Ghosn, Presidente Direttore Generale dell’Alleanza, “questa collaborazione è una delle più produttive del settore automobilistico”. Gli ha fatto eco Dieter Zetsche, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Daimler e Responsabile di Mercedes-Benz Cars: “La nostra partnership ha permesso una riduzione dei tempi di commercializzazione dei veicoli in occasione di lanci importanti, rivelandosi un vantaggio strategico fondamentale per le nostre aziende. Continuiamo questa crescita lanciando altri progetti comuni”.

All’inizio della collaborazione, ad aprile 2010, il perimetro di quest’ultima si limitava a tre progetti essenzialmente incentrati sull’Europa. Da allora, il numero di collaborazioni è più che quadruplicato, con 13 operazioni previste in Europa, Asia, Nord America e America Latina. Tra le tappe salienti dell’Alleanza Renault Nissan Daimler si ricordano la costruzione di uno stabilimento di assemblaggio comune ad Aguascalientes in Messico che rappresenta un investimento di un milione di dollari ed è destinato a produrre la nuova generazione di veicoli compatti alto di gamma Infiniti dal 2017, e successivamente i modelli Mercedes-Benz nel 2018. Nissan e Daimler svilupperanno i veicoli insieme e lo stabilimento dovrebbe assemblare oltre 230.000 veicoli entro il 2020.

Daimler e Nissan hanno poi annunciato all’inizio dell’anno l’ingresso della marca nello sviluppo del pick-up di una tonnellata per conto di Mercedes-Benz. Il pick-up condividerà parte dell’architettura con il recentissimo Nissan NP300 ma l’ingegneria e il design saranno assicurati da Daimler, per rispondere alle esigenze specifiche dei suoi clienti in Europa, Australia, Sudafrica e America Latina. I tre pick-up saranno assemblati anche nel sito Nissan di Barcellona, in Spagna. La produzione dei pick-up Mercedes inizierà entro il 2020 nei due stabilimenti.

Le nuove smart fortwo e forfour  avranno presto le loro versioni elettriche. I due veicoli saranno equipaggiati con un motore elettrico prodotto da Renault nello stabilimento francese di Cléon, lo stesso già montato su Renault ZOE. La batteria della nuova Smart elettrica sarà invece fabbricata a Kamenz, in Germania, dalla controllata di Daimler “Deutsche ACCUmotive”. Strategicamente importante anche il lancio della Infiniti Q30 pur utilizzando componenti prodotti dall’Alleanza, il Q30 è un veicolo “premium active compact” (compatto alto di gamma) integralmente progettato, prototipato e sviluppato da Infiniti. È stato presentato in anteprima al Salone di Francoforte, e la produzione dovrebbe iniziare entro l’anno presso lo stabilimento Nissan a Sunderland, nel Regno Unito.