Mentre la Renault ha presentato al pubblico la nuova Megane, compatta con la quale risponde direttamente alla nuova Opel Astra ed alle concorrenti della categoria, in molti si sono chiesti come sarà la nuova RS, ovvero la variante sportiva della vettura della Losanga.

Infatti, adesso che la Honda ha alzato l’asticella con la nuova Civic Type-R, e che la Leon Cupra è arrivata alla ragguardevole soglia dei 290 CV, gli appassionati del genere hanno iniziato a fantasticare su come potrà essere la nuova Megane in veste cattiva.

Una notizia si sapeva da subito, e cioè che sarebbe sparita la variante coupé, un po’ come è avvenuto per la Opel Astra, quindi la Megane RS, come la sorella minore, la Clio RS, sarà essenzialmente a 5 porte e questo, tutto sommato, è accettabile, anche perché la linea è abbastanza aggressiva e promette bene in veste sportiva.

Ma quello che in molti non si aspettavano è che il motore 2 litri andasse in pensione, perché secondo gli uomini Renault, non è adatto ad essere sviluppato per ottenere anche emissioni più basse di Co2. Quindi la Megane RS ricorrerà al 1.6 sovralimentato, lo stesso della Clio RS, ma opportunamente pompato per essere più potente.

Il che, se da un lato non fa pensare a potenze stratosferiche, ma su questo potremmo anche essere smentiti, dall’altro lascia intuire una riduzione significativa di peso che grava sulla parte anteriore dell’auto a tutto vantaggio dell’agilità tra le curve.

L’unità a quattro cilindri, con ogni probabilità, verrà affiancata ad un cambio a doppia frizione EDC, lo stesso che ultimamente è stato velocizzato sulla variante più cattiva della Clio RS, la Trophy. Certo, ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che la nuova compatta al testosterone della Losanga farà il suo debutto in pubblico, ma al salone di Parigi si potrà vedere un concept che prefigura la versione definitiva e si potranno avere nuove indiscrezioni.

Intanto, la speranza di molti è che l’auto continui ad avere il differenziale anteriore.