Dopo la presentazione al salone di Ginevra ecco finalmente disponibile nei concessionari la nuova Renault Clio RS 220 EDC Trophy. Con 25.900 euro vi portate a casa un’auto perfetta per divertirsi in sicurezza ma ottima anche nel traffico di tutti i giorni.

La prova su strada al Rally

La parte più interssante è il temperamento decisamente corsaiolo e noi l’abbiamo provata sul percorso della 35° tappa del Rally del Casentino che ha visto Renault Sport protagonista nelle categorie R2T e R3T. La strada chiusa al traffico e uno staff completamente dedicato, ha permesso ad alcuni giornalisti di provare la Clio R.S. 220 EDC Trophy su un tracciato vero, con difficoltà vere ma soprattutto con un vero navigatore a disposizione che suggerisse le informazioni fondamentali come la tipologia della curva, la distanza da essa, gli angoli “sporchi” dove il gripp ottimale non è garantito, ed anche qualche dritta per portare a casa un tempo accettabile.

Le novità tecniche

La nuova Clio R.S. ha ora 20cv in più, 220 appunto, anche se non se ne sentiva la necessità dato che la versione precedente era già perfetta per ottenere puro godimento, ha incrementato di 40 Nm la coppia, portandola quindi a 280Nm totali, ha velocizzato la cambiata del 30%, ma soprattutto ha ottimizzato l’assetto abbassando di 20mm l’anteriore e 10mm il posteriore con un effetto ottimo sull’avantreno donando una tenuta davvero ottima, con sempre una bella tendenza del retrotreno ad alleggerirsi in staccata, il che non dispiace sulle curve strette dove un colpetto di freno a mano aiuta ad impostare la traiettoria per poi spingere a fondo sul gas.

Interni ed esterni

Internamente i sedili sono molto avvolgenti, le cincture di ritenuta di colore rosso, il volante sportivo con paddle fissi, che avrei però preferito montati direttamente sul volante e non sul piantone, per evitare di non “trovarli” in caso di sterzata oltre i 90°. Esteramente I cerchi da 18” con gomme Michelin Pilot Super Sport nella misura 205/40, le pinze freno e la scritta Trophy in un rosso fiammante, gli scarichi ridisegnati e lo spoiler più pronunciato rendono la Clio R.S. aggressiva ma non volgare.

Spingere al limite

Nel complesso un’auto mai pericolosa anche se la voglia di spingerla al limite non ti abbandona mai, un’ auto che tutti vorremmo avere nel box, memori della mitica Clio Williams che ci ha fatto sognare per molti anni. Con un bel po’ di euro in più, per la precisione 72.000 potete averla pronta per la gara, molti è vero, ma provata al fianco di Ivan Ferrarotti, campione italiano Produzione con Clio R3C, potrebbe convincervi che non sono poi così tanti.