Inizia la carriera in divisa per la Renault Clio, che presto indosserà i colori dell’Arma dei Carabinieri per pattugliare il territorio italiano. Una scelta dovuta alla necessità di sostituire le ormai anziane Fiat Punto giunte alla fine del loro ciclo di vita.

Si tratta delle versioni dotate del 1.2 a benzina da 73 CV e del 1.5 dCi da 75 CV, nella variante Wave, ovvero la base, che era presente nel listino della Losanga fino allo scorso mese di ottobre.

Le auto in questione hanno motori Euro 5 e sono dotate di trasmissione manuale a 5 marce, oltre che del sistema d’assistenza alla frenata (ABS), e del controllo di stabilità (ESP). Per quanto riguarda l’allestimento specifico, oltre la livrea specifica con tanto di lampeggianti, nell’abitacolo troviamo 2 porta-arma integrati con tanto di blocco meccanico a chiave, i comandi per i vari dispositivi acustici e luminosi, la cappelliera rinforzata e la presa da 12 V all’interno del bagagliaio.

Insomma, auto realizzate ad hoc per le forze dell’ordine che hanno iniziato a ricevere le vetture della Losanga nei giorni che hanno preceduto l’inizio del Giubileo. Si parla di un primo quantitativo di veicoli fissato in 100 unità, che andranno ad essere distribuite in nove regioni.

Infatti, oltre al Lazio, le Clio presteranno servizio in Calabria, nell’Emilia Romagna, nelle Marche, in Piemonte, in Puglia, in Toscana, in Sardegna ed in Veneto. Non mancheranno delle vetture destinate al capoluogo lombardo.

Le auto in questione, alimentate a benzina, verranno impiegate all’interno delle mura cittadina, mentre quelle con la motorizzazione a gasolio saranno destinate ad un utilizzo nelle zone esterne ai centri urbani. Insomma, oltre alle Seat Leon, altre vetture di nazionalità straniera andranno a rappresentare le forze dell’ordine sulle nostre strade.

La Renault Clio è un’auto di successo, molto apprezzata nel nostro paese, che, con l’ultima generazione ha fatto decisamente centro, anche per via di una linea decisamente indovinata e dei contenuti di livello.