Il debutto recente della nuova Renault Megane ha aperto la strada ad una nuova generazione di compatte della Losanga, ma i cambiamenti non hanno riguardato solamente il design e l’infotainment, punti forti nel mercato attuale, ma anche la meccanica, sostanzialmente rivista anche attraverso delle soluzioni che tendono a rendere la guida più ecocompatibile.

Tra queste troviamo sicuramente soluzione ibrida, che debutta in Casa Renault dopo che modelli come la Twizy, la Zoe e la Kangoo hanno aperto la strada all’elettrico. Quindi anche il Costruttore francese, forte anche dell’esperienza in Formula 1, realizza la sua prima ibrida, su base Megane, che debutterà nel 2017.

La denominazione commerciale sarà Hybrid Assist e vedrà la presenza di un’unità elettrica incorporata nel volano, dove avrà anche la funzione di motorino d’avviamento. Ma non è tutto, la motorizzazione a cui verrà abbinato il motore elettrico è la rinomata variante da 110 CV del propulsore 1.5 Energy dCi.

Il sistema si avvarrà anche di una batteria da 48 Volt che troverà posto al di sotto del vano di carico, nello spazio di solito riservato alla ruota di scorta. Quindi il volume destinato ai bagagli rimarrà invariato, a tutto vantaggio della praticità d’utilizzo.

Con questa soluzione, la Megane Hybrid Assist promette una guida ancora più dinamica, grazie al supporto in accelerazione fornito dal motore elettrico, ma, nello stesso tempo, consente di limitare le soste dal benzinaio con dei consumi veramente interessanti.

Infatti, a fronte di emissioni di CO2 nell’ordine di 76 g/km (con riserva d’omologazione), promette di accontentarsi di appena 2,9 litri di gasolio per percorrere 100 km. Stiamo parlando di qualcosa come 34 km/l, un dato che, se confermato, potrebbe veramente porre la Megane ibrida tra le auto più parche del mercato.

Insomma, anche la Renault si converte all’ibrido, e lo fa utilizzando una motorizzazione diesel, così come è avvenuto per il Gruppo PSA e per Mercedes, ma punta su una cilindrata contenuta, e si differenzia da Toyota e Lexus che hanno scelto, da sempre, motori a benzina.