Chi non ricorda la Renault Alpine A110, la coupè tanto affascinante nella linea quanto vincente su strada che si aggiudicò anche un mondiale rally? Ebbene, l’auto in questione a breve avrà un erede, una sportiva creata dal Marchio della Losanga, con il celebre Brand corsaiolo.

La vedremo sabato, a Le Mans, in concomitanza con la mitica 24 ore e in occasione dei sessant’anni di Alpine, che rappresenta per Renault quello che è Abarth per la Fiat. Il suo nome annunciato è AS1: ovvero Alpine Sport 1, ma nella versione definitiva avrà di sicuro una sigla più emozionante.

Tra le indiscrezioni trapelate sul web, spiccano quelle relative al motore, che si annuncia di piccola cilindrata, 1.6 per la precisione, con una potenza compresa tra 250 CV e 300 CV. Non male se si pensa che la massa complessiva dovrebbe essere contenuta in appena 1.100 kg.

Per la produzione, secondo i rumors della rete, i vertici della Casa francese avrebbero pensato allo stabilimento di Dieppe, in Francia, e si parla di un quantitativo di vetture di circa 3.000 unità l’anno; ma non è escluso che si possa arrivare a 5.000 auto qualora il modello in questione dovesse avere un grande successo.

Interessante notare, come la vettura, nonostante la mise accattivante, il nome altisonante e le prestazioni interessanti, garantite dal rapporto peso/potenza, non dovrebbe essere molto costosa. Infatti si parla di un prezzo di circa 30.000 euro, che potrebbe arrivare a 35.000 euro nella variante più accessoriata.

Insomma, il progetto nato in collaborazione con la Caterham, è stato rilevato totalmente dalla Renault, che ha deciso di portarlo avanti con determinazione, forte della sua esperienza nelle competizioni e, soprattutto con le sportive compatte: Clio R.S. e Megane R.S. insegnano.

Vedremo sabato come sarà il prototipo, e quali potranno essere le linee quasi definitive di un’auto che verrà sicuramente apprezzata dagli appassionati del genere.