La seconda parte della stagione della Formula 1 riprenderà il 28 agosto sul circuito belga di Spa-Francorchamps che giura di essere il teatro di uno scontro agguerrito tra le scuderie che si contendono, almeno a parole, il titolo iridato.

A livello matematico la Red Bull ha ben poco da temere visto che il suo pilota di punta, Sebastian Vettel, ha un vantaggio considerevole nella classifica mondiale. Lo separano dal secondo, Max Webber, 85 punti. Terzo è Lewis Hamilton a 88 punti di distanza dal primo. Segue Alonso che deve recuperare uno svantaggio di 90 lunghezze.

Eppure la Red Bull sta pensando già alla ripresa della stagione, facendo un bilancio delle ultime 5 gara in cui la maggior parte dei primi premi sono stati conquistati dalle scuderie avversarie: una volta si è imposta la Ferrari di Alonso e per ben due volte hanno dovuto cedere ai piloti McLaren.

Proprio la McLaren, secondo la scuderia di Vettel, rappresenta l’antagonista con cui fare i conti. Per questo è stato deciso di introdurre delle migliorie nel comparto aerodinamico che dovrebbero portare a guadagnare almeno 3 decimi per giro.

Gli interventi annunciati, e già sperimentati in Ungheria nelle prove libere, riguardano i nuovi fondo e diffusore più altre soluzioni minori aerodinamiche.