La Formula 1 è così: per soldi e per la mancata organizzazione, può capitare che salti un gran premio. In New Jersey per esempio, si sperava di andare nel 2013 e invece tutto slitta al 2014. Ci sarà però una novità: l’intervento della Red Bull. 

Il calendario della formula 1, a differenza di quello del motomondiale, è sempre incerto, fino alla fine, perché capita che alcuni organizzatori non abbiano i soldi per completare un tracciato, per metterlo in regola, per disporre le strutture in grado di accogliere il Circus.

In India l’anno scorso c’era stata una polemica sui box che aveva quasi messo a repentaglio quella tappa. Sul New Jersey, grosso modo, ci sono gli stessi problemi ma il gran premio è stato assolutamente rimandato. Motivi logistici e amministrativi: è la motivazione ufficiale.

Eppure, alcune indiscrezioni parlano di un avvicinamento al tracciato del patron della Red Bull Dietrich Mateschitz che vorrebbe investire risorse (non solo economiche), sullo sviluppo di quella tappa del mondiale automobilistico. A dirlo è lo stesso Ecclestone ai giornali che poi commentano:

“Vale la pena ricordare che Ecclestone ha aggiunto che, se si trova un finanziatore entro breve, allora la corsa potrebbe essere disputata già a partire dal prossimo anno.”