Portare la monoposto di F1 a fare un giro sull’eliporto di Burj Al Arab. Tutto normale o quasi non fosse che il posto in questione è la celebre piattaforma sopra l’hotel 7 stelle di Dubai.  A pochi giorni dal quarto titolo consecutivo in F1 (sia piloti con Sebastian Vettel che nel campionato costruttori) la Red Bull ha festeggiato lo storico risultato sulla punta del lussuoso albergo degli Emirati. Autore dell’esibizione a 210 metri di altezza è stato l’ex pilota David Coulthard che ha dato gas facendo un minuto di ‘donuts’ nei 24 metri di diametro della piattaforma emulando i festeggiamenti di Vettel a New Delhi.

“E’ stato davvero divertente. Quando la Red Bull mi ha raccontato l’idea, ho accettato subito – ha commentato Coulthard dopo lo show -. Mi piace essere coinvolto in tutto ciò che sposta un po’ più in là i limiti, che è poi la missione di Red Bull. Credo che dall’esibizione verranno fuori immagini fantastiche, di grande impatto, in questa location incredibile, e sono orgoglioso di averne fatto parte”.

Dopo l’esibizione di golf di Tiger Woods e l’incontro di tennis tra Andre Agassi e Roger Federer ora è toccato alla Red Bull esibirsi in cima all’hotel: “Non poteva esserci modo migliore per celebrare la recente vittoria – ha detto Laila Mohammed Suhail, CEO del Dubai Festivals and Retail Establishment – .Ancora una volta, le immagini di uno de luoghi più rappresentativi di Dubai riusciranno a colpire l’immaginazione dei futuri visitatori”. Stupire, sempre e a ogni costo. Ma in tanti avranno pensato a un probabile messaggio in codice alla FIA che ha multato Vettel di 25.000 euro dopo lo show in India. Come dire: voi proibitelo pure tanto noi possiamo rifarlo dove vogliamo.

Il video a questo link