La gerarchia in casa Red Bull quest’anno non esisterà. Sebastian Vettel e Mark Webber (foto by InfoPhoto) partiranno alla pari. Parola del proprietario della scuderia anglo-austriaca, Dietrich Mateschitz, che in un’intervista al quotidiano ‘Salzburger Nachrichten’ pone i due piloti della RB9 sullo stesso piano: “Siamo felici di avere due piloti numeri uno”.

La storica tripletta iridata non basta dunque al giovane driver tedesco per godere di un trattamento privilegiato e l’etichetta di ‘prima guida’. Almeno sulla carta: “Se è in giornata, Webber è un cliente difficile anche per Vettel. Non ha vita facile contro il campione del mondo, ma il team garantisce lo stesso materiale e lo stesso trattamento ad entrambi”. 

Webber può – forse – dormire sonni tranquilli. Cosa che non possono fare gli avversari della Red Bull, Ferrari in testa, sebbene sembrano poter ridurre il gap dalla squadra campione in carica: “Non credo che sia cambiato molto rispetto allo scorso anno, anche se la Mercedes sembra aver fatto molta strada”. Tra i brutti clienti del Mondiale Mateschitz teme l’ex ferrarista Kimi Raikkonen che ha trovato un grande feeling con la Lotus: “Se quest’anno riuscirà ad avere una macchina competitiva farà molto meglio della scorsa stagione. Lo vedo tra i quattro migliori piloti del campionato”.