La Red Bull, fino a questo momento, non ha ancora trovato l’assetto giusto per la monoposto di Vettel e Webber. Eppure i manager della squadra dicono che la macchina che hanno ai box è una delle più veloci in circolazione. Non si capisce allora la polemica alimentata in questi giorni da Horner. 

Valencia la perdita del podio da parte della Red Bull scotta al punto che dalla squadra arrivano una serie di critiche contro tutto e tutti. In primo luogo è entrato in polemica Helmut Marko che ha detto che l’ingresso della safety car è stato studiato per far vincere Alonso.

Adesso è la volta di Chris Horner che invece punta dritto contro la Mercedes e il DRS. Horner è in lotta con la FIA perché secondo lui è la federazione a dover stabilire altre regole per i gran premi futuri. In particolare sulluso del DRS.

Schumacher sembra abbia azionato il dispositivo quando in pista c’erano le bandiere gialle e poi è finito anche sul podio, invece di subire una penalizzazione come si aspettava Horner:

Abbiamo appreso a nostre spese che non può essere utilizzato in quelle condizioni: Seb ha avuto un drive through a Barcellona.

Peccato che la penalizzazione di Vettel a Barcellona non era legata all’uso del DRS con le bandiere gialle – perché non ci sono regole che ne vietano l’impiego in tali circostanze – quanto piuttosto al mancato rallentamento. Brucia la sconfitta?