Non basta aver conquistato tre titoli iridati di fila tra piloti e costruttori. La Red Bull, che ha cannibalizzato il Mondiale nelle ultime tre stagioni, punta a fare ancora meglio. A spaventare – come se già non lo fosse già – gli avversari e il circus intero è il team principal della scuderia austriaca, Christian Horner in un’intervista al magazine Autosport.

Secondo il boss della Red Bull, Sebastian Vettel (foto Info Photo con lo stesso Horner) non ha ancora raggiunto l’apice della carriera: ”Vettel deve ancora far vedere il meglio. Ha 25 anni, ha vinto 3 Mondiali e 26 gare su 101 disputate. Ha oltre 40 piazzamenti sul podio, è partito in pole 34 volte: è tantissimo. Come pilota, continuerà a crescere. Dobbiamo ancora vedere il meglio”.

Il termine di paragone inevitabile è Michael Schumacher, che ha appeso il volante al chiodo con 7 Mondiali e 91 vittorie: ”E’ difficile pensare che un pilota possa battere questi record e la Formula 1 di oggi è diversa rispetto a quella di 15 anni fa, c’è maggiore equilibrio di valori. Tutti hanno le stesse gomme e gli stessi test a disposizione, i motori sono soggetti a regole precise. Solo il tempo dirà cosa potrà fare Sebastian ma è intrigante pensare che il meglio debba ancora arrivare”. Come dice Ligabue in uno dei suoi successi. Che anche la Ferrari - vicina di casa del rocker di Correggio – spera di mettere presto in pratica.