Una modifica al decreto legge sulla crescita rischia di provocare multe agli automobilisti meno attenti alle questioni burocratiche. Infatti il nuovo articolo 22 del decreto legge 179 modificato il 18 ottobre cancella i 15 giorni di proroga della validità dell’assicurazione Rc auto dopo la scadenza. Questo significa che si potrà incappare in una multa di 798 euro e il sequestro immediato del veicolo. La nuova norma entrerà in vigore il 1° gennaio 2013.

Significa che se, ad esempio, la polizza auto scade il 31 marzo, il 1° aprile dovrà essere già attiva la nuova, con relativo contrassegno esposto sul parabrezza. L’obbligo vale anche per le polizze pluriennali. E per quanto riguarda queste ultime, esse andranno a sparire. Infatti la norma modificata prevede che l’assicurazione obbligatoria sulla responsabilità civile per veicoli a motore e barche non può più durare per più di un anno e non può più essere tacitamente rinnovata. La compagnia è tenuta ad inviare agli assicurati un avviso in merito con un ampio anticipo sulla scadenza della polizza.

L’obiettivo di questa modifica normativa nasceva dalla necessità di evitare i rinnovi automatici delle polizze, in modo da favorire la concorrenza.