Nella gara casalinga di Holjes, quinta prova del Mondiale di Rallycross, il Team Peugeot-Hansen e la Peugeot 208 T16 WRX hanno mostrato
consistenti miglioramenti. Davanti ad un pubblico record di 35mila spettatori, il bi-campione europeo Timur Timerzyanov è finito ai primi posti al termine delle due manche di qualificazione della prima giornata. Il pilota russo è stato il più veloce di tutti nella seconda manche ed era terzo nella classifica intermedia, mentre il compagno di colori Timmy Hansen era all’ottavo posto.

Nonostante le ottime premesse, nessuno dei due piloti è riuscito a classificarsi per la finale: Hansen è stato costretto al ritiro per problemi tecnici, mentre Timerzyanov è stato penalizzato da un testa-coda: “Il primo giorno è andato bene, ero il più veloce dopo due manche, tanto che ho battuto Mattias Ekström, poi vincitore della gara - ha detto Timerzyanov -. Il circuito di Holjes mi piace molto, è una pista complessa. Abbiamo avuto dei problemi durante il weekend e ho commesso un errore nella semifinale, un testacoda che ha compromesso la mia gara. Abbiamo molto lavoro davanti a noi prima della prossima manche”.

Gli fa eco Hansen: “Durante le qualifiche tutto è sembrato coalizzarsi contro di noi. Quando sei terzo e sbatti contro il paraurti della vettura davanti a te, è davvero frustrante. Ero ottavo nella classifica intermedia e tutti sappiamo che a Holjes può succedere di tutto nella semifinale. Sono partito bene, ma dopo due giri, alcune spie di allarme hanno segnalato un problema al motore e mi sono dovuto fermare. E’ davvero un peccato non avere potuto concretizzare i nostri sforzi con un risultato di primo piano”.

Più ottimista il Team Principal Kenneth Hansen: “Abbiamo avuto un weekend abbastanza buono ma non abbiamo potuto sfruttare a fondo il potenziale della vettura a causa dei problemi meccanici, soprattutto sulla vettura di Timmy. Timur ha commesso un errore nella semifinale e sono certo che sarebbe potuto arrivare in finale…ma sono cose che succedono nel Rallycross. Abbiamo avuto problemi di motore che dobbiamo risolvere prima del prossimo weekend, speriamo di poterlo fare per difendere le nostre posizioni in Belgio”.

Nel prossimo weekend il Mondiale si sposta a Mettet, in Belgio, primo dei cinque circuiti nuovi del 2014 in un paese ricco di storia nel Rallycross.

Classifica Finale
1 Mattias Ekstrom (EKS RX, Audi S1)
2 Andreas Bakkerud (OlsbergsMSE, Ford Fiesta)
3 Petter Solberg (PSRX, Citroen DS3)
4 Reinis Nitiss (OlsbergsMSE, Ford Fiesta)
5 Liam Doran (LD Motorsports, Citroen DS3)

Classifica Piloti
1 Reinis Nitiss (OlsbergsMSE, Ford Fiesta), 112 punti
2 Petter Solberg (PSRX, Citroen DS3), 103 punti
3 Andreas Bakkerud (OlsbergsMSE, Ford Fiesta), 99 punti
4 Toomas Heikkinen (Marklund Motorsport, VW Polo), 88 punti
5 Timur Timerzyanov (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208 T16 WRX), 64 punti
6 Anton Marklund (Marklund Motorsport, VW Polo), 64 punti
6 Timmy Hansen (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208 T16 WRX), 59 punti

Classifica Team 
1 OlsbergsMSE/Ford, 211 punti
2 Marklund Motorsport/Volkswagen, 152 punti
3 Team Peugeot-Hansen, 123 punti
4 PSRX, 117 punti
5 Monster Energy World RX Team, 45 punti
6 Albatec Racing, 14 punti

LEGGI ANCHE

Rallycross 2014 Montalegre: debutto incoraggiante per le Peugeot 208 T16 WRX

Peugeot 2008 Dakar: i segreti della belva che sfiderà il canyon

Peugeot Rally 2014: le antiche glorie e gli assi di oggi

Peugeot RCZ R Cup: inizia da Franciacorta l’assalto al titolo

Peugeot Sport Rally: viaggio nel reparto corse della casa francese