Il Team Peugeot-Hansen e la Peugeot 208 T16 WRX  hanno concluso la terza prova del Mondiale di Rallycross a Hell, in Norvegia, con un bottino di bel 39 punti, il punteggio più alto della gara. Per la prima volta dall’inizio dell’anno, Timur Timerzyanov e Timmy Hansen si sono qualificati per la finale, classificandosi rispettivamente al quarto e al sesto posto. Il repentino cambiamento del meteo nella finale, migliorato rapidamente dopo la pioggia battente, ha preso in contropiede il Team Peugeot-Hansen che, invece, aveva optato per pneumatici da pioggia. Senza il giusto grip sulla pista che si stava asciugando, i due portacolori non sono riusciti a sfruttare al meglio il potenziale delle proprie 208 T16 WRX e non hanno potuto lottare per la prima posizione.

Il campione europeo in carica Timerzyanov, grazie alla quarta piazza ottenuta a Hell, è salito al quinto posto della classifica generale. Ha anche conquistato la vittoria in Gara 4 di qualificazione che ha concluso davanti al suo compagno di squadra dopo una bella bagarre: “Abbiamo concluso questo weekend norvegese meglio del previsto. Io e Timmy abbiamo avuto il piacere di ritrovarci in finale. Continueremo a sviluppare la macchina perché a Hell ha dimostrato le sue doti velocistiche. Dobbiamo continuare a lavorare, abbiamo imboccato la giusta direzione nello sviluppo ed il gradino più alto del podio è alla nostra portata, ne sono convinto”.

Grazie al migliore tempo fatto segnare in gara, Hansen si è presentato in finale molto agguerrito ma dopo una bella partenza ha subito dei danni durante un contatto al primo giro. Con la 208 danneggiata ha dovuto rinunciare alla lotta per il primo posto, scegliendo di portare la vettura al traguardo per assicurare punti preziosi alla propria squadra: “Quando Henning Solberg mi ha toccato, l’impatto è stato abbastanza forte e mi ha rotto il servosterzo. Ho dovuto usare tutte le mie forze per mantenere il controllo della vettura e arrivare alla bandiera a scacchi. Nel complesso, il week-end è stato fantastico per tutta la squadra. Qualificarmi per la finale con Timur è stato un bel momento. La Peugeot 208 T16 WRX ha fatto passi avanti, ha un’enorme potenziale e mi ha permesso di inanellate giri veloci”.

Prossimo appuntamento a Kouvola, in Finlandia, nel weekend del 28-29 giugno.

Classifica finale
1, Reinis Nitiss (OlsbergsMSE, Ford Fiesta)
2, Petter Solberg (PSRX, Citroën DS3)
3, Ken Block (Hoonigan Racing, Ford Fiesta)
4, Timur Timerzyanov (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208)
5, Henning Solberg (Eklund Motorsport, Saab 93)
6, Timmy Hansen (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208)

Campionato del mondo Rallycross FIA 2014 – classifica Piloti
1, Reinis Nitiss (OlsbergsMSE, Ford Fiesta), 72 punti
2, Petter Solberg (PSRX, Citroën DS3), 69 punti
3, Toomas Heikkinen (Marklund Motorsport, VW Polo), 60 punti
4, Andreas Bakkerud (OlsbergsMSE, Ford Fiesta), 56 punti
5, Timur Timerzyanov (Team Peugeot-Hansen, Peugeot 208), 41 punti
6, Anton Marklund (Marklund Motorsport, VW Polo), 39 punti

Campionato del mondo Rallycross FIA 2014 – classifica Team
1, OlsbergsMSE/Ford, 128 punti
2, Marklund Motorsport/Volkswagen, 99 punti
3, PSRX, 78 punti
4, Team Peugeot-Hansen, 78 punti
5, Monster Energy World RX Team, 18 punti
6, Albatec Racing, 14 punti

LEGGI ANCHE

Rallycross 2014 Montalegre: debutto incoraggiante per le Peugeot 208 T16 WRX

Peugeot 2008 Dakar: i segreti della belva che sfiderà il canyon

Peugeot Rally 2014: le antiche glorie e gli assi di oggi

Peugeot RCZ R Cup: inizia da Franciacorta l’assalto al titolo

Peugeot Sport Rally: viaggio nel reparto corse della casa francese