E’ tempo di gioire in Casa Citroen-DS, Kris Meeke e Mads Ostberg hanno conquistato una favolosa doppietta al Rally d’Argentina, riportando due vetture del Double Chevron ai primi due posti della classifica di un rally mondiale dal lontano 2012, quando in Finlandia si affermarono Loeb ed Hirvonen.

Chiaramente, il risultato è stato propiziato anche da una Volkswagen decisamente sotto tono, che ha costretto i suoi tre piloti al ritiro in seguito a problemi tecnici. Nonostante ciò, Ogier è riuscito ad allungare sui suoi diretti inseguitori visto che è riuscito ad affermarsi nella Power Stage nella quale ha conquistato 3 punti.

Comunque, alla fine è stata una gara che ha visto Meeke trovare una certa costanza di rendimento, quella che gli era mancata fino ad ora, una qualità fondamentale oltre alla sua velocità. Il pilota inglese ha colto in Argentina il suo primo successo nel mondiale ed ha ricordato agli appassionati le gesta di un driver britannico d’eccezione, il leggendario Colin McRae, l’ultimo pilota inglese ad essersi imposto in una gara del campionato del mondo nel lontano 2002.

Dietro i due alfieri della Citroen troviamo Elfyn Evans, con la Ford Fiesta WRC del team M-Sport, che ha conquistato un podio molto importante, riuscendo a sopravanzare uno sfortunato Latvala, vittima di un inconveniente al motore.

Gara da dimenticare invece, per il belga della Hyundai Thierry Neuville, il quale ha subito una foratura ad inizio gara e poi ha commesso un errore più avanti, danneggiando irreparabilmente la sua vettura. Dunque, una chance inutilizzata per accorciare le distanze da Ogier, che esce addirittura avvantaggiato da una gara decisamente sfortunata.

Per una volta le Volkswagen non sono state protagoniste, ma considerato il potenziale degli equipaggi dello squadrone teutonico, e la competitività della Polo R WRC, è lecito attendersi un rapido riscatto già dalla prossima gara.