Il Rally Targa Florio 2015 applaude l’ennesimo successo di Paolo Andreucci e Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 R5. Per la coppia del Leone, il quarto atto del tricolore rally è stata una lunga passerella verso il trionfo siciliano. Il pilota toscano, dopo un problema al cambio alla sua vettura, ha preso subito la vetta, vincendo nove speciali su tredici in programma, per poi mantenerla fino al traguardo e così conquistare la sua nona vittoria della Targa Florio. Seconda piazza per l’equipaggio Skoda Motorsport Italia, Umberto Scandola e Guido d’Amore con la Fabia S2000 a 47″ di distacco dall’otto volte campione italiano. Ottimo con la sua Ford Fiesta R5 del team Ford Racing, il francese Sebastien Chardonnet navigato dal fidato Thibault De La Haye, terzi a 1’32″4.

Quarto Luca Rossetti in corsa per il titolo tricolore rally Produzione e per il trofeo Renault Clio R3. Il friulano ha letteralmente sbaragliato la concorrenza vincendo tutte le prove e lasciando solo le briciole agli avversari Ferrarotti e Andolfi Jr. Tra le sorprese Matteo Vintaloro, pilota di Corleone che ha condotto la sua Citroen DS3 R5 al quinto posto assoluto. Bella lotta e tempi di assoluto rilievo anche per i due giovani già selezionati dell’ACI Team Italia in lotta per il Campionato Italiano Rally Junior, Michele Tassone e Giuseppe Testa. Al termine di un lungo alternarsi tra le due Peugeot 208 R2 a spuntarla è stato il cuneense con la Peugeot 208 R2 della squadra ufficiale del Leone.

Fuori dai giochi il veneto della BRC, Giandomenico Basso che insieme a Lorenzo Granai ha compromesso la possibilità di giocarsi il podio dopo l’uscita di strada nella prova di Campofelice di Venerdì, nonostante tempi vicini a quelli di Paolo Andreucci in sei speciali e il successo in tre. Ritiri per Alessandro Perico, che ha toccato con la Peugeot 208 nella PS4, e per i piloti di casa Marco Runfola e Salvatore “Totò” Riolo.

Rally Targa Florio 2015, classifica finale

1.Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 1h36’10″7;
2. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia S2000) a 47.0;
3. Chardonnet-De La Haye (Ford Fiesta R5) a 1’32.4;
4. Rossetti-Chiarcossi (Renault Clio R3T) a 6’17.1;
5. Vintaloro-Cambria (Citroen DS3 R5) a 7’08.9;
6. Tassone-Michi (Peugeot 208 R2) a 7’40.9;
7. Testa-Inglesi (Peugeot 208 R2) a 7’49.3;
8. Ferrarotti-Fenoli (Renault Clio R3T) a 7’59.9;
9. Rossi-Torlasco(Peugeot 208 R2) a 9’55.7;
10. Andolfi-Rocca (Renault Clio R3T) a 13’22.8.

Classifica CIR Assoluto:
1.Andreucci 44; 2.Scandola 35; 3. Chardonnet 28; 4.Basso 22; 5.Albertini 18; 6.Perico 15; 7. Baccega e Caldani 10; 9.Tassone 7; Ciava 6.

Classifica CIR Produzione:
1. Ferrarotti 49;2.;2. Rossetti e Andolfi 30; 4.Scattolon 25.

Classifica CIR Junior:
1.Tassone 57; 2.Testa 51; 3.Marchioro 28; 4.Rossi 24; 5.Panzani 19;6. Ferighi 16.

Classifica CIR Costruttori:
1.Peugeot 63; 2.Ford 54; 3.Skoda 35; 4.Renault 14.