Paolo Andreucci entra nella storia. Il sette volte campione italiano ha vinto infatti per l’ottava volta il Targa Florio, terza prova del campionato tricolore rally, dopo aver dominato la gara dalla prima all’ultima curva con la Peugeot 208 T16 in coppia con Anna Andreussi. Una tradizione, quella della leggendaria gara siciliana, che va consolidandosi con negli ultimi anni, con il pilota toscano a festeggiare sul gradino più alto del podio. Stavolta per la vettura turbo della casa francese è arrivata la prima vittoria nella competizione italiana (con otto speciali vinte su dieci) dopo il podio all’esordio nella gara del Ciocco.

Dietro ad Andreucci si è piazzato un mai domo Giandomenico Basso, navigato da Lorenzo Granai, al volante della Ford Fiesta R5 alimentata a Gpl. La vettura della casa americana non ha mai dato l’impressione di poter lottare fino in fondo per la vittoria ma, nella prima tappa, è stato sempre molto vicino all’avversario, per poi alzare un po’ il piede nella seconda. Tra le conferme, anche quella di Andrea Nucita, terzo nella gara di casa con la Peugeot 207 Super 2000. Il siciliano ha disputato una prova accorta, riuscendo alla fine a salire sul podio, nella stessa posizione da lui conquistata anche nel precedente rally di Sanremo. Nucita ha avuto la meglio dopo un lungo duello con Umberto Scandola, campione in carica, che ha pagato ad inizio seconda tappa una scelta errata di pneumatici.

Il trionfo di Peugeot è completato dal successo del bresciano Stefano Albertini, navigato da Silvia Mazzetti, che vince con la 208 R2 la gara del Campionato Italiano Rally Junior.

Classifica finale 98^ Targa Florio:
1 Andreucci- Andreussi (Peugeot 208 R5 T16) in 1’4139.3; 2. Basso – Granai (Ford Fiesta R5) a 25.1 ;3. Nucita-Princiotto (Peugeot 207 S2000) a 37.7;4. Scandola- D’Amore (Skoda Fabia S2000) a 38.2; 5. Campedelli – Bizzocchi (Ford Fiesta R5) a 3’14.6;6. Ferrarotti – Fenoli (Renault New Clio) a 7’06.1 ;7. Albertini – Mazzetti (Peugeot 208 R2) a 7’18.8 ;8. Andolfi – Casalini (Renault New Clio R3) a 7’35;9. Vittalini-Tavecchio (Citroen DS3 R3) a 7’44.5;10.DiPalma-Cobra (Renault New Clio R3) a 7’50.8.

LEGGI ANCHE

Rally Mille Miglia 2014: Albertini-Mazzetti trionfano con la 208 R2

Peugeot alla Dakar: il Leone tornerà a ruggire dopo 25 anni

Citroën Ds3 R5: il debutto mondiale al Rally di Sanremo

Rally del Ciocco 2014: Basso e Ford nella storia, Andreucci a podio

CIR: scatta la stagione più interessante della storia