Il Rally di San Marino è stata una lunga battaglia combattuta sul filo dei decimi, prova speciale dopo prova speciale. Dopo 588 km totali, di cui 120 di prove speciali, il successo è andato a Paolo Andreucci in coppia con Anna Andreussi sulla Peugeot 208 T16 R5. Nella quinta prova del Campionato Italiano Rally e seconda del Trofeo Rally Terra, l’equipaggio di Peugeot Italia ha tagliato il traguardo con soli 3 secondi di vantaggio su Umberto Scandola, a bordo della Skoda Fabia Super 2000, mentre al terzo posto ha chiuso il campione italiano Giandomenico Basso, sulla Ford Fiesta R5 alimentata a gpl.

Da evidenziare, l’ottimo quarto posto nell’assoluta, ottenuto dal romagnolo Simone Campedelli e Danilo Fappani, Ford Fiesta R5, molto veloci nella seconda tappa, dopo aver perso molto tempo nella prima per problemi ai freni. Per quanto riguarda il Trofeo Rally Terra punti pesanti sono andati al trentino Renato Travaglia, Peugeot 207 Super 2000 che ha a lungo duellato con il bresciano Luigi Ricci, Ford Fiesta R5, fermato quasi in vista del traguardo da una doppia foratura. Tra gli specialisti della terra al rally sammarinese, si confermano secondo assoluto il pilota di casa Filippo Reggini su Skoda Fabia S2000 e, terzo assoluto il biellese Alessandro Tonso con la Ford Fiesta R5.

Ottimo risultato anche per l’equipaggio Junior di Peugeot: Stefano Albertini e Silvia Mazzetti chiudono al sesto posto assoluto nonostante nella seconda prova speciale un sasso abbia danneggiato l’impianto frenante, costringendo l’equipaggio a percorrere quasi 20 km senza freni e accumulando un ritardo di un paio di minuti. Tra i giovani da sottolineare le prove di Alessandro Tolfo, il giovane pilota di Marostica selezionato per l’ACI Team Italia, decimo assoluto con la sua Peugeot 207 Super 2000. Ottima anche la prova del varesino Damiano De Tommaso, in gara premio come uno dei migliori della Rally Italia Talent, primo nella classe con R2 con la sua Peugeot 208 R2.

Per la casa del Leone è la seconda vittoria nel Campionato Italiano Rally dopo quella della Targa Florio. Il podio e, soprattutto la posizione di Scandola restano ancora provvisori visto che a seguito di un reclamo tecnico sugli pneumatici della Skoda del veronese, proposto dalla scuderia F.P.F. Sport Srl Racing Lions, il team di Paolo Andreucci, Scandola è stato escluso dalla classifica per poi essere riammesso a causa del contro reclamo della stessa Skoda. La decisione nelle prossime settimane.

Classifica Assoluta San Marino Rally: 1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 1h38’10.; 2.Scandola-D’Amore (Skoda Fabia S2000) a 3.0; 3. Basso-Dotta (Ford Fiesta R5 Ldi) a 1’12.0; 4.Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5) a 1’29.3; 5.Travaglia-Ciucci (Peugeot 207 S2000) a 4’41.3; 6. Albertini-Mazzetti (Peugeot 207 S2000) a 5’15.5 ; 7. Reggini-Bizzocchi (Skoda Fabia S2000) a 5’33; 8. Tonso-Stefanelli (Ford Fiesta R5) a 5’53.8; 9. Trentin-De Marco (Subaru Impreza N14) a 6’48.1; 10.Tolfo-Scattolin(Peugeot 207 S2000) a 7’58.5.

CLASSIFICA ASSOLUTA CIR: 1.Scandola 59; 2.Basso 52; 3.Andreucci 50; 4.Nucita 27; 5. Albertini 22; Andolfi 21; 6. Perego 16; 7. 8. Campedelli 14; 9.Michelini 13; 10. Marchioro 11.

CLASSIFICA ASSOLUTA CIR COSTRUTTORI: 1.Peugeot 94 pt; 2.Ford 66; 3.Skoda 59; 4.Renault 43.

LEGGI ANCHE

Paolo Andreucci, il campione di rally si racconta

Andreucci-Andreussi coppia vincente, l’intervista di Leonardo.it

Paolo Andreucci: storia di un campione in Peugeot

Andreucci “Direttore per un giorno”

Targa Florio: Andreucci vince ancora

Peugeot alla Dakar: il Leone tornerà a ruggire dopo 25 anni

CIR: la stagione più interessante della storia