Anche senza  il leader del mondiale Sebastien Ogier, la Volkswagen conquista il gradino più alto del podio del rally del Grecia (qui il calendario completo). Mattatore del weekend è il finlandese Jari-Matti Latvala che festeggia la prima vittoria stagionale. Tre case automobilistiche ai primi tre posti con il secondo posto di Dani Sordo su Citroen e il terzo di Thierry Neuville con la Ford. Ogier archivia una gara deludente con il decimo posto. Quanto basta comunque per conquistare altri 4 punti in classifica: a 126 lunghezze il francese precede Latvala a quota 74 e la wild card Sebastian Loeb a 68.

Ma la sorpresa sotto il sole dell’Acropoli è nel WRC2 in cui domina un ritrovato Robert Kubica. L’ex pilota di F.1 ha portato la sua Citroen al traguardo con 1’29″8 sull’ucraino Yuriy Protasov (Ford Fiesta RRC) che ha preceduto il leader del Mondiale Al-Kuwari. Un successo, quello del polacco, costruito tutto nella tappa di apertura in cui ha guadagnato più di due minuti di vantaggio sugli inseguitori, per poi controllare sulle strade di ghiaia ed evitare il peggio. Una vittoria netta alla seconda uscita nel Mondiale: “Finalmente, dopo un periodo deludente con i miei errori e guasti della macchina, oggi è stato un grande giorno” ha detto Kubica.

“Penso che la cosa migliore è che ho imparato molto qui. Queste sono condizioni completamente opposte a quelle che ho affrontato negli ultimi 20 anni. Venire qui e guidare nel giusto modo, riuscendo a mantenere l’auto sulla strada, senza danno è già una conquista. Vincere lo è ancora di più. Ma c‘è una lunga strada da percorrere. So che devo imparare molto e di sicuro nei prossimi rally migliorerò ancora di più. C‘è ancora molta strada da fare prima di arrivare al livello che voglio raggiungere”. E tra tre settimane si corre il Rally di Sardegna.