E’ bastato solamente un punto a Sébastien Ogier per diventare campione del mondo di rally. Primo iride in carriera per il giovane francese erede di Sebastien Loeb, che nel Mondiale WRC ha conquistato nove titoli consecutivi. Il pilota francese della Volkswagen ha potuto festeggiare senza attendere la fine del Rally di Francia grazie al terzo posto nella Power Stage che significa ottenere il punto decisivo per la certezza mondiale, solo sfiorata in Australia.

Thierry Neuville, suo avversario nella lotta al titolo, non è riuscito a vincere la prima speciale della competizione e a conquistare i tre punti che lo avrebbero virtualmente ancora in corsa. Il pilota belga del Qatar World Rally Team, al volante della Ford Fiesta RS WRC è stato battuto per 7 decimi di secondo dallo spagnolo Dani Sordo con la Citroen DS3 Wrc ufficiale. Alle sue spalle, ad un decimo, il nuovo campione del mondo con la sua Polo R.

Una stagione da assoluto dominatore che porta il titolo in casa Volkswagen dopo un lungo monopolio Citroen frutto delle vittorie di Loeb. “Sua maestà” è in corsa nel rally casalingo come wild card e nella Power Stage ha ottenuto il settimo tempo. Oggi la Francia celebra un campione delle quattro ruote che succede alla più grande leggenda vivente.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook