Il Rally di Sanremo, al termine di un continuo susseguirsi di colpi di scena, viene vinto dal veronese Umberto Scandola (foto sito ufficiale CIR) in coppia con il ligure Guido D’Amore, al volante della Skoda Fabia Super 2000. La coppia è meritatamente salita sul gradino più alto del podio e ora guida il campionato. Il campione italiano in carica ha a lungo inseguito Giandomenico Basso, che con la sua Ford Fiesta R5 Gpl aveva tenuto la testa dalla seconda alla nona delle dodici prove in programma prima di un errore fatale con uscita di strada e ritiro quando era davanti con 33″5 di vantaggio su Scandola.

Senza Andreucci (bloccato da un problema alla sua 208T16 dopo aver dominato la prima speciale), la Peugeot si consola con il secondo posto di Andrea Nucita, che porta la 207 Super 2000 fino al secondo gradino del podio. Il pilota siciliano è ormai un’assoluta certezza e in attesa di ulteriori conferme, si mette dietro il valtellinese Andrea Perego, ottimo terzo con la sua Mitsubishi Lancer Evo X. Ottima gara anche per Fabrizio Andolfi Junior, primo nel Campionato Italiano Produzione e quarto nell’assoluta, e Giacomo Scattolon, che con la Peugeot 208 R2 vince la prova del Campionato Italiano Junior e quinto nell’assoluta.

Bene la Citroën Ds3 R3 del comasco Alex Vittalini, primo nel Citroën Rally Trophy, e quelle della due Renault Twingo di Luca Panzani, primo nel trofeo Twingo Top R2 e secondo del tricolore Junior. Ottimo, invece, il debutto mondiale della Citroën Ds3 R5 guidata dal lucchese Rudy Michelini. La vettura, messa a punto dalla Procar Motorsport, si è dimostrata ancora acerba ma alcuni tempi confermano le ottime potenzialità.

Classifica finale:
1.Scandola – D’Amore (Skoda Fabia S2000) in 2:35’40.3; 2. Nucita-Princiotto (Peugeot 207 S2000) a 47.8; 3.Perego-De Luis (Mitsubishi Lancer Evo X) a 9’11.2 ; 4. F. Andolfi Junior-Casalini (Renault New Clio R3) a 9’56.2;5. Scattolon-Grimaldi (Peugeot 208 R2) a 10’34; 6. Michelini-Angiletta (Citroen Ds3 R5) a 11’01.8. ; 7.Vittalini-Tavecchio (Citroen DS3 R3)a 11’13.9 ; 8. Carella-Bracchi (Renault Twingo R2)a 11’43.6; 9.Panzani-Baldacci (Renault Twingo R2) a 11’54.4;10.Gasperetti-Ferrari (Renault Twingo R2) a 12’05.8

LEGGI ANCHE

Rally Mille Miglia 2014: Albertini-Mazzetti trionfano con la 208 R2

Peugeot alla Dakar: il Leone tornerà a ruggire dopo 25 anni

Peugeot Citroën: compromesso storico tra Francia e Cina

Rally di Sanremo: ritiro per Andreucci dopo 60 gare da protagonista

Citroën Ds3 R5: il debutto mondiale al Rally di Sanremo

Rally del Ciocco 2014: Basso e Ford nella storia, Andreucci a podio

CIR: scatta la stagione più interessante della storia

Trofeo Renault Rally 2014: parte la stagione, otto i riconoscimenti in palio