Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti su Peugeot 208 R2 hanno vinto la Tappa 1 del Rally di San Marino 2016 nella categoria 2 ruote motrici e sono primi anche in quella Junior. Dopo 7 prove speciali molto combattute, il giovane pilota molisano ottiene un altro grande risultato con la due ruote motrici 1.6 del Leone, davanti ad auto di cilindrata maggiore.

“Dopo il rally dell’Adriatico avevamo conquistato la testa della classifica Junior - ha detto Testa . Era importante fare bene qui e per il momento non posso che essere soddisfatto. Abbiamo raccolto il massimo dei punti per questa prima Tappa. Ma non c’è troppo tempo per festeggiare la vittoria perché domani c’è Tappa 2 e dobbiamo dare il massimo anche lì. Abbiamo combattuto sul filo dei secondi tutta la giornata, mi aspetto una Tappa 2 altrettanto agguerrita”.

Il Rally di San Marino 2016 si ricorderà anche per il primo ritiro a causa di un’uscita di strada della coppia Andreucci-Andreussi, durante tutti gli otto anni in cui hanno corso con il marchio del Leone. Un incidente che ha costretto UcciUssi ad abbandonare anzitempo la prima manche. Fortunatamente la Peugeot 208 T16 non ha subito danni strutturali e grazie al fantastico lavoro della squadra di meccanici di Peugeot Sport Italia la vettura sarà pronta a prendere il via alla Tappa 2.

“Sono enormemente dispiaciuto - ha ammesso il nove volte campione italiano Paolo Andreucci - . Erano davvero tanti anni che non avevamo un ritiro per uscita di strada. Partire davanti su terra è molto penalizzante e dopo le prime due PS avevamo preso un po’ di svantaggio. Ma per le successive 5 prove avevamo fatto la scelta giusta con i tecnici Pirelli. Sapevo che potevo recuperare e stavo spingendo molto forte ma poi… Sono arrivato lungo ad una curva sulla destra, l’ho quasi recuperata, abbiamo toccato qualcosa e siamo usciti. Ora bisogna liberare la mente e concentrarci per domani. Dobbiamo recuperare punti e non sarà facile perché partiremo ancora davanti”.

Rally di San Marino 2016, classifiche

Classifica Assoluta Tappa 1
1. Basso-Granai (Ford Fiesta R5) in 48’14.7; 2. Campedelli-Fappani (Ford Fiesta R5 GPL) a 12.5; 3. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia) a 26.5; 4. Colombini-Ferrara (Skoda Fabia) a 26.9; 5. Ceccoli-Capolongo (Skoda Fabia) a 2’01.3; 6. Tempestini-Banca (Ford Fiesta) a 2’15.7; 7. Hoelbling-Grassi (Skoda Fabia) a 2’37.9; 8. Marchioro-Marchetti (Peugeot 208 T16) a 2’47.3; 9. Ricci-Pfister (Subaru Impreza STI N14) a 2’52.4; 10. Dalmazzini-Ciucci (Peugeot 207) a 3’00.0; 11. Versace-Canton (Ford Fiesta) a 4’09.2; 12. Von Thurn und Taxis-Degandt (Skoda Fabia) a 4’30.5; 13. Testa-Mangiarotti (Peugeot 208 VTI R2) a 4’39.4.

Classifica Piloti
1. Andreucci 53,5 punti; 2.Scandola 50 punti; 3.Basso 47,25 punti; 4.Campedelli 24,5; 5.Tempestini19.5; 6.Perico 19;

Classifica Piloti Junior
1.Testa 61,25 punti; 2. Pollara 52,75 punti; 3.Bernardi 33 punti;

Classifica Costruttori
1.Ford 65,25 punti; 2.Peugeot 59 punti; 3.Skoda 50 punti;