L’ultima tappa del Rally del Marocco è stata fatale per il Team di Peugeot, perché Sebastien Loeb e Daniel Elena sono stati al comando della classifica generale fino alla penultima tappa, durante la quale per un problema ad un ammortizzatore e una doppia foratura, hanno dovuto dire addio alle chance di vittoria. L’equipaggio porta a casa, ad ogni modo, un secondo posto nella classifica generale, a solamente 7 minuti dal vincitore. Anche l’altro equipaggio di Peugeot, quello formato da Carlos Sainz e Lucas Cruz è stato fermato dalla mala sorte. Sempre un problema ad un ammortizzatore ha rallentato la loro corsa, e durante l’ultima tappa finiscono al 4° posto, mentre nella classifica generale riescono a concludere nella top 10. L’obiettivo principale di Sainz era quello d riprendere dimestichezza con le corse dopo oltre 6 mesi di inattività.

L’esperienza del Marocco è stata un ottimo banco di prova per Peugeot, in vista della prossima Dakar. Questa corsa ha permesso agli ingegneri di Peugeot Sport di raccogliere alcuni dati tecnici e di individuare alcune aree da migliorare nel prossimo futuro.

Le parole del Team Peugeot

Sebastien Loeb: “Complessivamente la corsa è andata bene. Oggi abbiamo cercato di attaccare per riprendere Nasser, ma c’era troppa polvere sollevata dai concorrenti che sono partiti davanti a noi. Abbiamo avuto una doppia foratura dopo il primo settore cronometrato e siamo stati costretti a finire la prova andando più lentamente. Non potevamo fare di più. Il 2° posto non è un cattivo risultato, ma sono determinato a ottenere la mia prima vittoria nel rally-raid! Con Daniel, abbiamo acquisito esperienza in questa gara in Marocco. La prossima Dakar si preannuncia molto combattuta“.

Carlos Sainz: “Quest’ultima speciale non è andata poi così male. Il nostro unico problema è essere partiti in mezzo alla polvere, a causa del risultato della tappa precedente. Il bilancio di questa partecipazione al Rally del Marocco è positivo: abbiamo imparato molto ed è una buona preparazione per la Dakar. Con Lucas, abbiamo ripreso il ritmo delle gare e siamo soddisfatti Vorrei ringraziare il Team Peugeot Sport per tutto il lavoro fatto. Sono impaziente di ritrovarmi alla partenza della Dakar in gennaio e di guidare la nuova Peugeot 3008 DKR Max“.

Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport Team Manager Peugeot Total: “Nel complesso, siamo soddisfatti dello svolgimento di questa prova generale prima della Dakar. Ha permesso ai nostri equipaggi di guidare in condizioni rappresentative di quello che ci aspetta in Sud America a gennaio, di immagazzinare chilometri e di individuare gli aspetti tecnici su cui dobbiamo ancora lavorare prima di partire per la Dakar. Alla luce delle incertezze sportive, abbiamo deciso di concentrarci meno sui risultati, ma eravamo qui per allenarci, immagazzinare dati e fare esperienza. Abbiamo trovato quello che cercavamo. Continueremo a lavorare sodo e ci rivedremo in gennaio!“.