Alla fine della terza tappa del Rally del Marocco, le Peugeot 3008 DKR si sono dimostrate ancora una volta le vetture da battere e sicuramente tra le più affidabili e veloci tra quelle che affrontano questa ambiziosa gara. Infatti gli equipaggi di Sebastien Loeb e Daniel Elena, e di Carlos Sainz e Lucas Cruz, sono riusciti ad arrivare sul podio di questa tappa. Il campione transalpino col secondo tempo, lo spagnolo invece col terzo. Loeb ed Elena sono partiti da settimi, e con una gara attenta e intelligente, con una velocità media di 100 km/h, sono riusciti a portare a casa un altro importantissimo risultato. Grazie al secondo posto finale, i due mantengono la testa della classifica generale con con un vantaggio di 3 minuti e 46 secondi. Sainz e Cruz partivano dalla 14esima posizione all’inizio della terza tappa del Marocco, e nonostante una posizione non favorevole, visti i molti avversari davanti a loro, sono riusciti a capitalizzare al massimo le avversità e alla fine hanno portato a casa il terzo gradino del podio. Buone notizie per l’equipaggio spagnolo che si vede annullare la penalità di 50 ore inflitta loro dopo la seconda tappa. Adesso Sainz è sesto in classifica generale a 26 minuti da Loeb.

La quarta tappa

La quarta tappa sarà caratterizzata da un terreno per la maggior parte formato da dune. La prima parte inizierà all’uscita del bivacco, con 170 chilometri da percorrere. Successivamente ci saranno 21 chilometri di tappa di collegamento che porteranno gli equipaggi verso la seconda parte, di 263 chilometri. Sarà una giornata intensa che richiederà una grande precisione di guida e molta concentrazione da parte dei copiloti. Il minimo errore potrebbe essere fatale.

Le parole dei piloti dopo la terza tappa

Sebastien Loeb: “Ieri non abbiamo avuto nessun problema. Il nostro obiettivo era arrivare al traguardo di questa tappa senza correre rischi sconsiderati. Siamo riusciti a mantenere un piccolo divario da Nasser AlAttiyah. Oggi, farà da apripista e il nostro compito sarà quello di rimanere concentrati per trovare i giusti punti di riferimento, senza strafare“.

Carlos Sainz: “Ogni chilometro percorso ci permette di acquisire un po’ di fiducia in più con la PEUGEOT 3008DKR. L’unica cosa davvero frustrante ieri è stata la polvere sollevata dalle vetture partite davanti a noi. A parte questo, è andato tutto bene. Ieri sera abbiamo fatto delle regolazioni alla vettura. Oggi, il nostro obiettivo è risalire in classifica generale“.