Il rally del Friuli ha visto il dominio di Paolo Andreucci e Anna Andreussi nel CIR. L’equipaggio ufficiale di Peugeot Italia ha conquistato la terza vittoria stagionale con un dominio iniziato fin dalla prima speciale (QUI IL REPORT): “Il Friuli quest’anno valeva doppio, visto l’equilibrio e la lotta nella classifica generale - ha detto Andreucci -. Avevamo quasi un risultato obbligato, il primo posto, e lo abbiamo centrato. Credo che sia stata una vittoria di forza, lo dimostra il numero di speciali vinte. Siamo stati bravi a condurre la gara fin dalla prima prova, incrementando sempre il nostro vantaggio”.

Merito dell’equipaggio ma anche della Peugeot 208 T16: “Lo avevamo detto alla vigilia che la macchina è cresciuta molto, eravamo soddisfatti del lavoro svolto quest’estate sulla vettura ed il risultato odierno premia il lavoro svolto. Ho guidato pulito cercando di non commettere errori e le Pirelli sono state performanti sugli asfalti friulani. Ora concentriamoci sulla terra...l’obiettivo è il primo posto anche al prossimo Rally dell’Adriatico”.

Ottima prova anche di Stefano Albertini e Silvia Mazzetti (208 R2) che si sono imposti nettamente nel CIR Junior con il nono posto assoluto nella classifica del Campionato Italiano Rally: “Sono felice perchè dopo due gare con la Super 2000 era importante calarsi subito nella realtà della 208 R2. Lo abbiamo fatto al meglio con il supporto di tutto il team. Mi sono sempre trovato bene al Rally del Friuli e oggi ho confermato il mio feeling con queste strade. La sfida per il campionato Junior è complessa, stiamo facendo del nostro meglio, abbiamo due gare davanti a noi e dovremo fare risultato pieno. E’ importante aver contribuito con la nostra nona posizione nel CIR alla classifica costruttori di Peugeot”.

La casa francese consolida la prima posizione nella classifica Costruttori, portando a 33 punti il vantaggio sui diretti inseguitori, Ford e Skoda.

LEGGI ANCHE

Peugeot 208 T16 test drive: l’indomabile Leone di Andreucci

Peugeot 208 R2 test drive: Leonardo.it prova l’auto di Albertini

Direttore per un giorno: Paolo Andreucci 

Andreucci-Andreussi coppia vincente, l’intervista di Leonardo.it

Albertini a Leonardo.it: “Spingere senza sbagliare”

Peugeot alla Dakar: il Leone tornerà a ruggire dopo 25 anni