La 208 T16 e la coppia composta da Paolo Andreucci e Anna Andreussi conquistano il terzo gradino del podio al debutto mondiale nel Rally del Ciocco e Valle del Serchio (CLICCA QUI PER SAPERE COM’E’ ANDATA). Il primo appuntamento del Campionato Italiano Rally è stato decisamente in crescendo per l’equipaggio ufficiale Peugeot Italia. Dopo le prime prove speciali sugli asfalti della Garfagnana alla ricerca del feeling con la nuova auto, i portacolori del Leone hanno via via migliorato i propri riscontri cronometrici: “Sono estremamente soddisfatto - ha dichiarato Andreucci -. La 208 T16 l’abbiamo presa in mano martedì mattina, direi che essere arrivati terzi è un gran risultato. L’obiettivo che ci eravamo dati alla vigilia era concentrarci sull’affidabilità e cucirci addosso il meglio possibile la macchina piuttosto che inseguire la prestazione velocistica assoluta. Direi che lo abbiamo raggiunto, chilometro dopo chilometro, prova speciale dopo prova speciale”.

La vittoria nelle quattro delle sedici prove speciali in programma è certamente un segnale di competitività assoluta: “Già nella giornata di sabato dopo il parco assistenza di metà giornata abbiamo modificato qualche set up giungendo poi a fine giornata a vincere una PS. Domenica, poi, ancora meglio, tre prove speciali vinte su quattro. Le prossime settimane ci serviranno per capire al meglio la 208 T16 e adattarla alle specificità dei rally italiani e alle coperture Pirelli che qui al Ciocco si sono dimostrate ancora una volta prestazionali in tutte le condizioni trovate”.

Sorride anche la coppia Albertini-Mazzetti giunta seconda con la 208 R2 nel primo appuntamento del Campionato Italiano Junior. I giovani piloti del Peugeot Rally Junior Team hanno mantenuto a lungo il primo posto nel Tricolore Junior fino a quando un inconveniente li ha ritardati in alcune prove speciali facendogli chiudere la gara comunque in piazza d’onore: “Avevo avuto modo di provare la 208 R2 solo in condizioni di bagnato, trovarmi qui su una gara che non avevo mai fatto in condizioni completamente di asciutto era un bell’interrogativo. Ho trovato una vettura molto competitiva, facile e divertente da guidare, con un ottimo assetto. Ottimo il feeling con le gomme Pirelli che non conoscevo nella dimensione da 16”. Abbiamo subito fatto staccare degli ottimi riscontri cronometrici nelle prime prove, peccato per l’inconveniente che ci ha un po’ attardato. Resta un secondo posto ottimo in ottica campionato e la soddisfazione di aver vinto otto delle sedici speciali in programma”. 

Classifica Campionato Italiano Rally
1.Basso (Fiesta R5) 15 punti; 2.Scandola (Skoda S2000) 12; 3.Paolo Andreucci (208 T16) 10; 4.Michelini (207 S2000) 8; 5.Perego (Lancer Evo X) 6; 6.Andolfi (New Clio) 5; 7.Scattolon (208 R2) 4; 8. Stefano Albertini (208 R2) 3.

Classifica Campionato Italiano Junior
1.Scattolon (208 R2) 15 punti; 2.Albertini (208 R2) 12; 3.Panzani (Twingo R2) 10; 4.Cogni 8; 5.Marcoccia (Twingo R2);

Classifica Campionato Italiano Costruttori
1.Ford 15 punti; 2. Peugeot 12; Skoda 12; 4. Renault 9; 5. Mitsubishi 6; 6. Citroen 3

LEGGI ANCHE

Peugeot svela le nuove livree per scrivere ancora la storia

Rally: una 208 R2 ufficiale per una giovane promessa

Viaggio nel reparto corse della Peugeot 208 T16

Trofeo Renault Rally 2014:  otto i riconoscimenti in palio

Leonardo.it con Paolo Andreucci e Anna Andreussi

Rally Messico: Ogier torna leader, Hyundai a podio