Il Rally d’Australia ha un solo dominatore: Sebastien Ogier. Il francese della Volkswagen conquista la sesta vittoria stagionale ma non può ancora festeggiare il suo primo titolo mondiale della storia. esta era già iniziata nel team ma una foratura nel finale ha fatto piombare Mikko Hirvonen dal secondo al terzo posto e Thierry Neuville, inseguitore di Ogier in classifica mondiale, è arrivato secondo e

Manca un solo punto per la matematica certezza dell’iride che arriverà nel prossimo appuntamento, in Alsazia, di fronte ai suoi tifosi. Ogier ha comunque dominato tutto l’appuntamento australiano vincendo 19 delle 22 tappe con la sua Polo R: “La cosa più importante è che abbiamo fatto un altro rally perfetto e abbiamo pensato che fosse abbastanza per il titolo, e invece non possiamo ancora dirlo – ha confessato Ogier -. Ma se continuiamo a lavorare così succederà presto”. 

E’ lui l’erede di Sebastien Loeb. Ogier ha ricevuto le congratulazioni da tutta la sua famiglia per la vittoria. La festa per il primo titolo è rimandata al 6 ottobre. Per la cronaca da segnalare nella speciale numero 13 l’incidente spettacolare di Kris Meeke che va a finire nel burrone con la sua DS3 dopo alcuni cappottamenti. Per fortuna il pilota sta bene ma il suo rally è finito in anticipo.