Rally Adriatico 2016 con luci e ombre per Peugeot. Paolo Andreucci, Anna Andreussi e la loro Peugeot 208 T16 non riescono a trovare il giusto ritmo e chiude la gara in quinta posizione assoluta, a una quarantina di secondi da Umberto Scandola che con la Skoda Fabia R5.

Secondo Simone Campedelli, Ford Fiesta R5 GPL, davanti al sammarinese Denis Colombini con l’altra Fabia R5. In classifica piloti, Andreucci conserva comunque la leadership: “Non sono mai riuscito ad entrare in sintonia con questa gara, sicuramente una prestazione non in linea con gli standard a cui siamo abituati – ammette il nove volte campione italiano -. Rispetto a sabato non siamo riusciti a migliorare le nostre performance. Nei passaggi successivi al primo era necessario cercare di sfruttare i binari scavati nella terra, non sempre ci siamo riusciti e non abbiamo sfruttato al meglio la nostra Peugeot 208 T16“.

Nel CIR Junior straordinario il weekend di Giuseppe Testa insieme a Daniele Mangiarotti e della sua Peugeot 208 R2 ufficiale. Il molisano si è infatti imposto nella due frazioni conquistando la vetta della classifica e scavalcando il siciliano Marco Pollara, finito rovinosamente fuori strada e fortunatamente senza conseguenze fisiche. Testa dimostra un buon feeling con lo sterrato e vince anche Gara 2, ripetendo il risultato del giorno precedente.

Un successo che vale la vetta del Campionato Junior: “Una grande felicità, credo che siamo riusciti a fare la gara che avevamo in mente alla vigilia - ha detto Testa -. Non avendo una grande esperienza su questo fondo ci eravamo riproposti di partire senza forzare per poi, se possibile, aumentare il ritmo per fare selezione alle nostre spalle. Lo abbiamo fatto ieri e oggi abbiamo confermato questa tattica. Il ritiro dei nostri principali avversari in campionato in Gara 2 ci permette di fare un grosso balzo in avanti. Il nostro CIR è partito ad handicap con il ritiro nella prima giornata del Il Ciocco. Da li abbiamo cominciato una rimonta che siamo riusciti a completare solo oggi, segno di quanto sia l’equilibrio tra gli junior”.

Rally Adriatico 2016, Classifica Gara 2
1. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) in 39’35″8; 2. Colombini-Zanella (Skoda Fabia R5) a 1″1; 3. Campedelli-Fappani (Ford Fiesta Ldi) a 4″7; 4. Basso-Granai (Ford Fiesta R5) a 26″6; 5. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16) a 40″5; 6. Tempestini-Bernacchini (Ford Fiesta R5) a 1’15″4

Rally Adriatico 2016, Classifica Junior Gara 2
1.Testa-Mangiarotti (Peugeot 208 R2) in 44’26″7; 2. Ciuffi-Morganti (Peugeot 208 R2) a 6″;

Classifica Piloti
1. Andreucci 53,5 punti; 2. Scandola 45 punti; 3. Basso 39,75 punti; 4. Campedelli 19,5; 5. Perico 19

Classifica Piloti Junior
1.Testa 53,75 punti; 2. Pollara 46,75 punti; 3.Bernardi 33 punti

Classifica Costruttori
1.Peugeot 57 punti; 2.Ford 55,25 punti; 3.Skoda 45 punti