Raikkonen, nel 2007, ha vinto il campionato con la Ferrari, soltanto all’ultima gara, per questo, nonostante il balzo in testa alla classifica iridata piloti, del tedesco della Red Bull, oggi il finlandese si sente di dire che nulla è perduto. 

Kimi Raikkonen è stato per ben due anni fuori dalla Formula 1 ma non sembra aver dimenticato affatto come si guida, anzi. Oggi può vantare un terzo posto nella classifica iridata che mette paura sia all’asturiano di Maranello che al campione in carica.

I più maliziosi fanno notare al vecchio Iceman che ha ben 48 punti da recuperare sul leader della classifica mondiale, ma a Raikkonen, questo, non sembra affatto uno svantaggio incolmabile. Negli ultimi quattro appuntamenti può davvero succedere qualsiasi cosa.

Ai giornalisti Kimi dice:

“Dobbiamo continuare a lavorare duro e mantenere alto il nostro livello di motivazione. Per quanto mi riguarda, questo è molto alto. Sono ansioso di ottenere i migliori risultati a cui posso ambire. Nel 2007 ho vinto all’ultima gara, quindi non mi arrendo e… vediamo cosa succede!”

Certo, gli manca ancora una vettura in grado di mirare ai 25 punti, ma ci sono ancora quattro gare. Sull’ultimo gran premio Raikkonen dice:

“La quinta posizione era quello che ci meritavamo. Per diverse ragioni non abbiamo saputo tenere il ritmo di quelli davanti. Non posso dire che è stata una gara fantastica, ma alla fine abbiamo raccolto altri punti per il campionato, quindi non è stata neanche così terribile.”