C’è voluto veramente poco a far tornare in splendida forma il nostro caro Iceman, un pilota che dopo una parentesi nel rally sembrava avesse sbriciolato la freddezza che lo caratterizzava. 

Raikkonen aveva già vinto il Gran Premio del Bahrain negli anni passati per questo, conoscendo un po’ meglio le potenzialità della sua Lotus, aveva a ragione dichiarato di volere il podio nell’appuntamento stagionale nel Golfo Persico.

Eppure Raikkonen ha provato a superare Vettel e non ci è riuscito. Ha chiuso la gara con uno strabiliante e meritatissimo secondo posto. Partito dall’undicesima posizione, non era sicuramente stato considerato uno dei papabili nello scorso fine settimana automobilistico.

Eppure Iceman non è del tutto soddisfatto: due anni lontano dalla Formula 1 non hanno scalfito il suo piglio da campione. E’ tornato, è salito sul podio e non ha esultato. Perché? La dichiarazione che ha reso dopo la gara fa capire tutto:

Avrei anche potuto vincere, quindi non esserci riuscito è un po’ deludente. All’inizio ho fatto un piccolo errore a favore di una Ferrari che mi ha fatto perdere un po’ di tempo. Ho dovuto fare diversi sorpassi, ma sicuramente nella prima parte mi sono giocato la possibilità di andare a vincere.

In realtà Iceman ha perso tempo anche dietro a Grosjean, ma per il momento non ci sono giochi di squadra che privilegino un pilota rispetto ad un altro. La libertà li ha premiati.