Il Gran Premio di Germania è cruciale per molti piloti: per Alonso che arriva ad Hockenheim alla guida della classifica iridata, per Webber e Vettel che lo seguono da vicino e per i McLaren che si aspettano un miglioramento della monoposto. Importante la tappa anche per Raikkonen

Il finlandese della Lotus arriva in Germania sapendo di dover sfatare un destino avverso che lo ha visto ritirarsi ben nove volte sui circuiti tedeschi. Negli annali si ricorda soltanto un terzo posto di Raikkonen a Hockenheim nel 2006 e un terzo posto a Nurburgring nel 2002.

Non si va oltre, anzi, bisogna prendere nota di ben nove ritiri, quasi tutti dovuti a problemi tecnici legati alle performance della monoposto.

Raikkonen, però, sembra tranquillo, anzi scherza un po’ sulla cabala che lo accompagna verso il gran premio di Germania:

Non so, forse ho fatto qualcosa di male in una vita precedente? Mi è sempre piaciuto guidare in Germania ma la fortuna non è mai stata dalla mia parte. Sono partito quattro volte dalla pole eppure sono arrivati troppi ritiri.

In teoria Iceman è sempre stato molto veloce in Germania ma i circuiti tedeschi non sono stati clementi con lui. In pratica c’è da sperare in un clima estivo per vedere sfrecciare la sua monoposto.