Reifnitz, una località semplice, immersa nella natura e simbolo di libertà, è la cornice perfetta che fa da contraltare al Wörthersee, il raduno delle Golf GTI, uno dei più importanti del mondo, giunto ormai al suo 35° anniversario. Noi di Leonardo.it siamo andati festeggiare insieme a Volkswagen e ai suoi affezionati appassionati il 40° compleanno dalla nascita della Golf GTI, lanciata sul mercato nell’ormai lontano 1976.

Da azzardo ad icona, il viaggio nella storia dell’automobilismo da parte del modello GTI è stato lungo, inizialmente difficile ma adesso è una delle auto più conosciute sul pianeta. Al Wörthersee erano presenti tutte le sette generazioni della Golf GTI compresa la nuova arrivata, in edizione limitata, Clubsport S, un esemplare più unico che raro di cui avremo modo di parlarvi più a fondo.

Il raduno è un momento di aggregazione tra appassionati di motori, nello specifico un richiamo per tutti gli amanti della berlina tedesca e non solo. Infatti, oltre alle GTI, di tutti i generi e con modifiche incredibili e al limite del proibizionismo automobilistico, erano presenti al Wörthersee molte delle auto appartenenti al gruppo Volkswagen come Audi, Porsche e Seat ma anche qualche “off topic” come Chevrolet, BMW e Mercedes, pronti a mettersi in mostra peri pubblico ma gli occhi sono tutti puntati sulle novità e sugli allestimenti che gli appassionati più fervidi sono stati capaci di creare. Auto che definire esuberanti sembra quasi effimero, provenienti dalla Germania ma anche dal resto dell’Europa e del mondo (Stati Uniti, nda).

Sono accorsi in migliaia, decina di migliaia di automobili con il brand Volkswagen, che tra l’altro significa proprio “Auto del Popolo“. Un evento incredibile per la raggiante felicità e il pregnante entusiasmo: il Wörthersee è un evento più unico che raro per la qualità della kermesse folkloristica delle auto esposte e che girano, o ci provano (si procede a passo d’uomo quando si va veloci, nda) per le strade della cittadina austriaca.

A fare da padrona è la novità della Golf, la nuova Clubsport S, come già detto, che ha debuttato sul circuito tedesco del Nurburgring con il giro record (per le vetture di serie a trazione anteriore) di 7.49.21 realizzato dal pilota Benny Leuchter. Tra le altre novità c’è Golf GTI HeartBeat realizzata da un gruppo di studenti di età compresa tra i 20 e i 26 anni in soli nove mesi di lavoro. La livrea incanta con il binomio grigio e rosso, inoltre i cerchi da 20 pollici firmati BBS ne aumentano l’aggressività. Il tutto condito dalla musica che può far esplodere lo stereo che raggiunge i 1.360 Watt di potenza ed occupa l’intero vano posteriore.