Archiviato il clima di minacce, scontri e tensioni politiche che hanno tenuto banco durante il GP del Bahrain, Bernie Ecclestone torna a sorridere. La Formula 1 si appresta a sbarcare in Borsa ed è proprio il patron del Mondiale ad annunciare la fumata bianca: “Abbiamo deciso di farlo, succederà quest’anno e funzionerà” ha spiegato il patron del circus al quotidiano inglese Daily Telegraph. Ad occuparsi dell’operazione è la CVC Capital Partners, uno dei soggetti proprietari della Formula 1.

Il titolo verrà quotato sul mercato di Singapore e la svolta per il campionato delle monoposto non dovrebbe condizionare il futuro di Ecclestone, che non pare avere alcuna intenzionato di andare in pensione. ”Si lavora bene con le persone che rappresentano i fondi. Non mi stanno chiedendo di individuare un successore”. Ecclestone ha spiegato che il progetto è ripartito dopo essere stato congelato a metà 2012 visti gli effetti della crisi economica sulla quotazione di un marchio di successo come Facebook che, dopo poche settimane dal lancio, ha perso il valore iniziale.

La conferma arriva anche dal direttore sportivo della Mercedes: “Succederà presto e vedrete che sarà un investimento proficuo – ha detto Toto Wolff in un’intervista ad Autosprint – . Al momento la CVC ha ceduto circa il 35% della proprietà a grandi investitori istituzionali come il fondo Black Stone. Parte di queste azioni sono già in possesso di grandi fondi internazionali, che sanno fare bene i loro conti. Ricordatevi sempre che parliamo di un business che economicamente cresce ogni anno”.