L’ultima sessione dei test EuroNcap sono stati condotti utilizzando i nuovi parametri per la valutazione della sicurezza della vetture. Due le novità: da un lato una maggiore attenzione ai bambini seduti sui sedili posteriori negli appositi seggiolini omologati, dall’altro la verifica sull’azione e l’efficacia dei sistemi di sicurezza attiva, i quali possono essere presenti di serie o nella lista degli optional dei modelli testati. Un importante balzo in avanti perché, come vediamo ogni giorno, la tecnologia avanza a passi spediti e anche all’interno dell’automobile troviamo dispositivi di ausilio alla guida in misura sempre maggiore.

Giusto quindi verificarne la reale utilità e risposta davanti a situazioni di pericolo, dato che sono stati sviluppati per assistere il conducente nelle principali manovre, avvisandolo e intervenendo anche automaticamente per correggere eventuali errori, così da ridurre o evitare gli effetti di un incidente.
Proprio questi sistemi hanno determinato il punteggio finale, le famose 5 stelle, e la massima valutazione è stata raggiunta solo dalla Volkswagen Golf Sportsvan, la versione monovolume di questa gamma.

Il modello sottoposto al crash test, proponeva tra le dotazioni di serie il Controllo Elettronico della Stabilità, il limitatore di velocità, l’ABS con assistenza di frenata, l’indicatore della pressione dei pneumatici, il dispositivo di stabilizzazione del rimorchio, la frenata anti collisione multipla, fissaggi isoli per i seggiolini e 7 airbag compresi quelli per le ginocchia.

Si aggiungevano nell’elenco degli optional l’Adaptive Cruise Control con Front Assist che attraverso un radar controlla la velocità dei veicoli che precedono e si attiva quando si corre il rischio di tamponamento, il City Emergency Brake, il Blind Spot con assistenza anche per l’uscita dai parcheggi a “pettine”.

Contemporaneamente in questa sessione erano impegnate anche Ford Tourneo Courier che ha totalizzato 4 stelle, mentre 3 stelle sono andate a MG3, Renault Mégane Hatch, Citroen C-Elysée e Peugeot 301 (modelli, identici per struttura e dotazioni), vetture poco conosciute da noi e destinate solo ai mercati extra-europei.
Positivi i risultati dei nuovi test sulla protezione dei bambini trasportati, mentre nella maggior parte dei casi si riscontra qualche criticità sul colpo di frusta, in particolare per chi viaggia sui sedili posteriori, così come è da segnalare l’esito non sempre ottimale delle prove di urto laterale contro palo. EuroNcap ha inoltre richiamato i costruttori a impegnarsi maggiormente verso i pedoni riprogettando i frontali per ridurre le conseguenze dell’impatto in caso di investimento.

Siamo dunque di fronte ad un nuovo criterio di valutazione col quale bisogna prendere confidenza, facendo molta attenzione se il punteggio viene assegnato a un’auto “full optional” e se, quindi, il modello “base” perde qualcosa in termini di sicurezza. Un conto è avere tutti i sistemi montati, un altro è doverli scegliere confrontandoli con le disponibilità economiche. Non vorrei, poi, trovare elenchi di optional con ogni tipo di assistenza al solo scopo di guadagnare punti preziosi. Preferirei averli tutti di serie a bordo soprattutto senza troppi aumenti di prezzo.

La tabella dei risultati EuroNCAP:

Test EuroNCAP 2014Valutazione finaleSICurezza PASSIVA (ADULTI)SICurezza PASSIVA (bambini)Protezione pedoniSicurezza attiva
VW Golf Sportsvan 5 stelle87%85%62%73%
Ford Tourneo Courier4 stelle84%84%74%56%
Renault Mégane Hatch3 stelle83%78%60%48%
MG33 stelle69%71%59%38%
Citroen C-Elysée- Peugeot 3013 stelle71%75%54%33%