Il MotoGp di Valencia è stato caratterizzato da una partenza mozzafiato con tanto di incidente nella prima curva e da un finale in volata come non se ne vedono mai nel motomondiale.A Valencia tutti i piloti ci tenevano a fare bene, in parte perché si trattava dell’ultima gara di campionato, in parte perché era la prima senza Sic. Ecco le pagelle dei piloti che meglio hanno saputo interpretare il tracciato.

Sicuramente un premio speciale va all’organizzazione dell’ultima tappa del MotoGp a Valencia, per aver reso la commemorazione di Simoncelli un momento indimenticabile. In fono il circuito spagnolo poteva anche astenersi da un evento così “spettacolare”. Sicuramente meritano un dieci.

Per quanto riguarda le pagelle dei piloti iniziamo dal podio. Stoner è un cannibale. Ha guidato la maggior parte della gara, poi si è dovuto arrendere alla tenacia di Spies ma fino in fondo ci ha creduto e ha superato il pilota Yamaha sulla linea del traguardo. Nove e mezzo per l’astuzia.

A Spies che è il grande beffato di Valencia va un nove come Stoner perché è veramente per un soffio che non è salito sul gradino più alto del podio. Avremmo potuto dargli anche un dieci per incoraggiarlo e consolarlo ma nell’ultima curva non è stato assolutamente perfetto.

Dovizioso ha saputo rendere la gara entusiasmante attraverso un accanito duello con Pedrosa, si sono rincorsi e vicendevolmente superati, alla fine l’italiano ha saputo dare dimostrazione della sua forza conquistando il terzo posto a Valencia e confermando la stessa posizione nel mondiale.