Il Leone ruggisce. Sempre. E non sembra aver voglia di smettere. Direttamente da Riccione, sede dell’edizione 2015 del PSA & Friends, il direttore di Peugeot Italia, Vito Saponaro, ha voluto lanciare il suo sguardo verso il futuro del Leone: “La promessa del marchio è quella di unire eccellenza ed emozione – esordisce – ci sono tre prove con cui vogliamo testimoniare questa promessa: qualità senza compromessi, dove l’eccellenza contraddistingue i prodotti Peugeot; un design di carattere, distintivo, dove il fascino è il tratto dominante; e un’esperienza di guida emozionale, dalla quale non si torna indietro”.

Ad aprile 2012 il lancio della 208 fu il momento in cui è iniziato questo nuovo percorso di Peugeot, portato avanti dall’arrivo della 2008 (2013) e della 308 (2014): “E i Risultati dei primi dieci mesi del 2015 fanno registrare immatricolazioni per 79.141 veicoli, tra auto e commerciali, per una quota di mercato del 5,52% con una crescita leggermente superiore a quella del mercato – prosegue Vito Saponaro - finalmente ci è scoppiato fra le mani il mercato e la prospettiva di chiusura è quella di superare abbondantemente le 90.000 macchine immatricolate”.

Dati che fanno ben sperare e che fiondano Peugeot direttamente verso il 2016: “Vogliamo continuare l’offensiva prodotto con quattro nuovi modelli e dare continuità a lavoro iniziato da tempo”, ha concluso Saponaro.