In Ungheria le prove libere raccontano di un Fernando Alonso scatenato che riesce a girare meglio di tutti gli altri big in gara, facendo sperare in un bis del Cavallino dopo Silverstone, ma nelle qualificazioni qualcosa va storto e in pole Massa va meglio del suo collega di scuderia.

Nelle Q1 Alonso va fortissimo e ottiene il miglior tempo. C’è grande attesa anche per la performance di Hamilton che non lascia a bocca asciutta i suoi fan e si piazza dietro Alonso ad appena un decimo di distanza.

A seguire Vettel è terzo, mentre restano leggermente “attardati” Button e Massa. Le gomme di mescola soft danno ragione ad Alonso che appena si alleggerisce del carburante, schizza via prima degli altri big.

Nelle Q2 è sempre Alonso a guidare il treno dei migliori, grazie stavolta a delle gomme a mescola supersoft. Hamilton che usa invece la mescola soft finisce sesto. Dietro Alonso c’è l’ottimo Button, seguito da Webber, Vettel e Massa.

Tutto cambia in fase di qualificazione, quando torna vittorioso Sebastian Vettel. Dopo due gran premi a bocca asciutta, il pilota Red Bull conquista l’ottava pole position della stagione. Dietro di lui Hamilton.

Alonso, invece, che era terzo, finisce al quinto posto e si fa superare anche da Massa che in Ungheria è quarto preceduto da Button.