Il venerdì è un  momento di prova molto importante per tutte le squadre, soprattutto per le “minori”, chiamiamole così, quelle che non sono in corsa per il titolo iridato ma vogliono portare un successo a casa, soprattutto se le condizioni meteo mettono in crisi i big.

A Spa siamo disponibili a vedere veramente di tutto. La pioggia e le temperature molto basse stanno condizionando molto la performance dei piloti. Nella prima sessione di prove libere il più veloce è stato Kobayashi. Il giapponese della Sauber ha preceduto Maldonado e le due Toro Rosso. Solo quinto Webber.

Nella seconda sessione di piove libere, ancora una volta, è stata la pioggia la protagonista principale in pista. Molte scuderia hanno preferito non scendere nemmeno in pista per i primi 45 minuti. Alla fine, la performance migliore è stata quella di Pic.

Il francese a bordo della monoposto Marussia, ha anticipato la Toro Rosso di Ricciardo. I tempi che hanno fatto registrare sono molto alti e questo esclude che la giornata di oggi sia predittiva di quello che accadrà durante le qualificazioni e nella competizione ufficiale.

Da notare soltanto che la Ferrari di Alonso ha fatto segnare il terzo tempo nelle prove libere 2. Massa nella mattinata, aveva rotto il motore dopo il primo giro.