Dopo aver stabilito un primato in Francia andando da Parigi a Bordeaux il 2 ottobre, il prototipo di PSA Peugeot Citroën ha attraversato i confini della Francia, con un percorso di circa 3.000 km da Parigi a Madrid via Vigo.

Il prototipo è stato accolto dal vicepresidente e portavoce del governo spagnolo, Soraya Sáenz de Santamaría, che ha detto in questa occasione: “Non è necessario pensare al futuro, perché è lì. Questo veicolo sarà prima che si possa immaginare, il modo normale di marcia sulle strade di domani”.

Il percorso di ritorno ha visto la vettura impegnata da Perpignan, Marsiglia e Lione per tornare al centro tecnico del Gruppo che si trova a Vélizy, vicino a Parigi. La distanza è stata guidata in modo autonomo senza autista su tratti stradali consentiti. La vettura ha adeguato solo la sua velocità e sorpassato altri veicoli, rispettando limiti normativi e le infrastrutture.

Il Gruppo è il primo produttore ad aver ottenuto nel luglio 2015 le autorizzazioni necessarie a poter far marciare quattro prototipi autonomi su strada aperta in Francia, dopo aver accumulato fino ad oggi più di 10.000 chilometri di test.

Nel 2016, PSA avrà un paio di prototipi nuovi. L’autorizzazione estesa alle strade spagnole, consente ai team di R & S per sviluppare le funzioni del veicolo autonomo al di fuori della rete stradale francese.

In occasione di questo viaggio, Gilles Le Borgne, direttore della Direzione Ricerca e Sviluppo PSA Peugeot Citroën, ha dichiarato: “Sono orgoglioso di vedere il veicolo autonomo sviluppato dalle nostre squadre di centri tecnici nella regione di Parigi, sfrecciare per le frontiere europee. Questo viaggio in Spagna è il risultato di una stretta collaborazione tra il nostro gruppo e il Centro per la tecnologia automobilistica della Galizia (CTAG), comprese le interfacce uomo-macchina soggetti automatici di guida. Questa sfida tecnologica è una questione importante che contribuisce alla mobilità di domani. “