Il terzetto di testa – Webber-Rosberg-Alonso – ha tenuto alta la tensione sul gran premio monegasco fino all’ultimo giro, anche in virtù della pioggia che ha messo il turbo alla Mercedes e alla Ferrari, ma nel circuito del Principato i protagonisti dello spettacolo sono tanti. Valutiamoli insieme.

I voti più alti li abbiamo già usati per descrivere le prestazioni di Webber, Rosberg ed Alonso ma questo non vuol dire che non ci sia spazio anche per gli altri. Il quarto posto di Monaco, per esempio, è stato assegnato a Vettel che sperava di salire sul podio.

Il tedesco della Red Bull ci ha creduto che con cattiveria e talento potesse tornare sugli scranni dorati del Circus. Niente da fare: ottimo recupero, peccato per i risultati. Otto d’incoraggiamento: Seb torna in te.

Quinto in classifica è Hamilton che rappresenta tutte le difficoltà della sua squadra, in genere velocissima nelle qualificazioni e poco concreta nelle gare. Se avesse piovuto, forse, avremmo visto Lewis tra i primi. Dovremo invece accontentarci delle briciole: sette, anzi no, sei e mezzo.

Meglio Felipe Massa che nonostante la tensione della vigilia ha dimostrato di essere ancora il campione di una volta e dopo un avvio un po’ opaco di stagione, sembra tornato in grande forma: otto anche per lui, un’iniezione di fiducia.