Singapore è un gran premio iniziato con grandi speranze da parte di tutti i team. Sicuramente i più sorpresi dai risultati finali sono i Lotus che con Di Resta sono arrivati addirittura al sesto posto. Ma anche per gli altri sono numerose le soddisfazioni.Per capire bene come Sebastian Vettel ha costruito la sua gara, come si è avvicinato ancora un po’ al titolo iridato, ripercorriamo insieme i primi dieci giri del circuito di Marina Bay.

Vettel nelle qualificazioni di sabato ha conquistato anche la pole e dalla pole, dopo il giro di formazione, è scattato bene. Un po’ come aveva fatto Alonso a Monza. Ha preceduto Button e lo stesso Alonso, lasciando ancora più indietro Webber, massa e Rosberg.

Alonso guadagna due posizioni mentre non va al massimo Hamilton che rimedia soltanto un ottavo posto dietro Schumacher.

Dopo appena due giri, Vettel ha quattro secondi di vantaggio su Button e 5 su Alonso. Hamilton si fa sotto e sorpassa prima Schumacher e poi Rosberg. Mentre in testa Vettel aumenta il suo vantaggio sui diretti inseguitori.

Vettel fa il ritmo e vola, Alonso intanto perde qualcosa da Button e al decimo giro è sorpassato anche da Webber prima del pit stop.