La partenza e i primi dieci giri di Corea sono stati sufficienti per dire quali piloti erano in corsa e quali, invece, avevano perso terreno e voglia di combattere alla prima curva.La partenza del Gran Premio di Corea è stata davvero esplosiva, con Vettel che è schizzato via davanti a tutti superando il pole man di turno, Lewis Hamilton.

Poi c’è da rilevare anche l’ottima partenza di Massa che si è immediatamente infilato dietro Webber e Button.

Soltanto un giro dopo il primo sorpasso di Alonso ai danni di Massa ma il tandem del Cavallino mantiene comunque la quarta e la quinta posizione.

Al terzo giro si nota che l’imprendibile Vettel ha già un secondo di vantaggio su Hamilton e Webber che chiuderà la gara terzo, deve far fronte agli attacchi di Massa. Poi inizia a pioviccicare.

Su alcuni tratti del circuito la pioggia rende più difficile il percorso e la guida. Non fa certo male a Vettel che accumula ancora secondi di vantaggio.

Dietro, intanto, Liuzzi sfiora una monoposto Virgin e deve fermarsi ai box. Siamo all’ottavo giro. Solo qualche altro metro e la pioggia diventa più insistente.

Hamilton ha due secondi da Vettel. Quasi tutti hanno montato in partenza le gomme supersoft e iniziano ad avere problemi.

Vettel incrementa ancora il vantaggio sul pilota McLaren all’inseguimento, mentre Massa tenta di attaccare Webber.

All’undicesimo giro si inizia con i pit stop per il cambio gomme. Iniziano Barrichello e Kobayashi.