Prevenire incidenti stradali è una delle azioni in cui sono impegnate attualmente diverse case automobilistiche. Chi con sistemi di sicurezza attiva o passiva, chi con studi specifici per cercare di limitare il fenomeno. E’ il caso di Jaguar Land Rover che sta sviluppando una gamma di nuove tecnologie per prevenire incidenti stradali che coinvolgano bici o motociclette, avvalendosi di allertamenti tattili, suoni e colori.

Prevenire incidenti stradali con il Bike Sense

La ricerca, denominata “Byke Sense”, descrive come i sensori del veicolo rileveranno ed identificheranno una bicicletta o motocicletta in avvicinamento. Questo avverrà non per mezzo di allarmi generici o icone e segnali sonori, che richiedono un maggior tempo di elaborazione da parte del cervello del pilota, bensì tramite luci e suoni che verranno istintivamente associati al potenziale pericolo. Per indicare al pilota la posizione del mezzo a due ruote rispetto al veicolo, il sistema audio emetterà dall’altoparlante più prossimo alla bici o moto, un segnale sonoro specifico: un campanello da bicicletta o un clacson di motocicletta, identificando così immediatamente la direzione di provenienza del mezzo.

Tocco sulla spalla del pilota per avvertirlo del pericolo

Nel caso in cui la bici o la moto arrivi da dietro, Bike Sense identificherà se questa sta per sorpassare il veicolo a sinistra o a destra; allora la parte alta del sedile, estendendosi, eserciterà un tocco sulla spalla – destra o sinistra – del pilota. L’idea è che chi guida si volterà istintivamente dalla parte del tocco, identificando il pericolo potenziale. ”Bike Sense” è un concept tecnologico sviluppato dal Jaguar Land Rover’s Advanced Research Centre in UK: “Nel corso di millenni, gli esseri umani hanno sviluppato un’istintiva consapevolezza del pericolo – ha dichiarato il Dr. Wolfgang Epple, Director of Research and Technology di Jaguar Land Rover -. Alcuni colori come il rosso o il giallo innescano una risposta immediata, così come il suono di un campanello da bicicletta è riconoscibile da chiunque. Vedere la plancia che si illumina di rosso alla periferia del campo visivo attira l’attenzione e rende immediatamente comprensibile che un altro mezzo si avvicina da quella parte del veicolo.”

Funziona anche con l’improvvisa apertura delle portiere

Bike Sense, inoltre, potrà rilevare pericoli ancora invisibili per il pilota. Se un pedone o un ciclista che attraversa la strada è nascosto, ad esempio, da una altro veicolo fermo, il sensore lo rileverà e attirerà l’attenzione del pilota sul pericolo, tramite luci e suoni direzionali. Se il guidatore ignora l’avvertimento e preme l’acceleratore, Bike Sense lo farà vibrare o “indurire”, in modo che il guidatore comprenda istintivamente di non dover muovere il veicolo finché il pericolo non sarà passato. Inoltre, a veicolo parcheggiato, il sistema aiuterà a prevenire l’apertura delle portiere di fronte ad un mezzo a due ruote in avvicinamento. Avvertirà tutti i passeggeri, tramite luci o suoni all’interno del veicolo, che si sta avvicinando una bicicletta, una motocicletta o una vettura. Se uno dei passeggeri continua ad aprire la sua portiera, la maniglia di questa si illuminerà, vibrerà e emetterà un segnale sonoro per segnalare il pericolo: “Bike Sense possiede il potenziale per colmare il gap esistente fra i sistemi di sicurezza, il pilota ed i passeggeri - aggiunge il Dr. Epple -. Si potrebbero così ridurre i rischi di incidenti incrementando la rapidità della risposta ed assicurando la correttezza delle manovre necessarie a prevenirli”. 

Dopo lo studio tra montanti virtuali e auto fantasma in nome della sicurezza (qui i dettagli), ecco un altro importante progetto di Jaguar Land Rover volto a prevenire gli incidenti stradali.  Il video di come prevenire incidenti stradali con il progetto Bike Sense è visualizzabile a questo link.