L’attesissima Porsche 911 GT2, autentico spauracchio per le supercar più performanti, è stata scoperta durante dei test a basse temperature e già si inizia a parlare sul web delle caratteristiche di questa purosangue sovralimentata.

Il prototipo, con tanto di cofano anteriore verniciato in nero, come sulla variante della serie 997, presenta anche un’ala posteriore regolabile ed un paraurti posteriore rivisitato, dove spiccano quattro terminali dall’aspetto decisamente minaccioso.

Insomma, accorgimenti che evidenziano una maggior cattiveria, anche se si vocifera che il modello di produzione dovrebbe avere un kit aerodinamico ancora più aggressivo e diverse componenti pensate per risparmiare peso.

La Porsche fino ad ora ha tenuto la bocca chiusa in merito al potenziale di questa coupè sovralimentata, ma è probabile, come sottolineano i rumors in rete, che avrà un biturbo da 3,8 litri a sei cilindri capace di produrre circa 700 cavalli.

Una potenza plausibile, se si considera che la 911 Turbo S dispone di 580 CV. Quindi, intervenendo sul motore, non dovrebbe essere traumatico per gli uomini di Zuffenhausen tirare fuori altri 120 CV dal motore della loro icona.

Al momento, non ci sono indiscrezioni legate al cambio, per cui non è chiaro se il modello in questione sarà offerto con una trasmissione manuale o con quella a doppia frizione PDK, anche se quest’ultima soluzione sembra essere la più percorribile.

Interessante, per gli appassionati ed i puristi, il fatto che la 911 GT2 verrà realizzata esclusivamente con la trazione posteriore; quindi Porsche non ha ceduto alle lusinghe della trazione integrale, di solito utilizzata da molti costruttori quando si tratta di trasferire a terra molti cavalli.

La Porsche 911 GT2 verrà lanciata, come da tradizione, alla fine del ciclo di vita della 991, quindi, è stato ipotizzato un periodo come quello della fine del prossimo anno per il debutto della vettura in questione. Insomma, dopo la 911 R, ci sarà un’altra sportiva con la Cavallina di Stoccarda sul cofano a calamitare l’attenzione degli appassionati.