La storia delle celebre casa tedesca inizia nel 1931 ed il protagonista è Ferdinand Porsche, che creò lo studio di progettazione Dr. Ing.h.c.F. Porsche GmbH a Stoccarda, nel quale sarà presto aiutato anche dal figlio Ferdinand (detto ‘Ferry’).

Durante il periodo nazista, Porsche progettò la prima Volgswagen, stabilendo un rapporto direttamente con Adolf Hitler.

Cercando, poi, di creare una vettura dalle prestazioni più elevate, si arrivò alla realizzazione della prima vera Porsche, che entrò in produzione nel 1948: era il modello 356.

Le vittorie nelle competizioni sportive, dagli anni ’50, poi la nascita della 550 Spyder portarono enorme fama, fino alla produzione, nel 1963, della mitica 911, che diventerà il termine di paragone per tutte le altre auto sportive.

Gli anni ’70 ed ’80, portarono risultati altalenanti, tra la 924, la 944, la 968 e la 928; mentre, negli anni ’90, la 911 venne ammodernata, con le nuove versioni Carrera, Turbo, Cabrio e Targa.

Dopo tanti modelli ed un vastissimo successo mondiale, la Porsche presentò il primo Suv nel 2002, creando, insieme alla Volkswagen ed Audi, il Cayenne ed aprendo, per la casa tedesca, una nuova politica, caratterizzata dal desiderio di raggiungere un mercato più vasto.

(Per saperne di più, potete leggere l’articolo a questo link).